alpadesa
  
Flash news:   Non mandano la figlia a scuola: genitori denunciati dai Carabinieri di Mercogliano La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, intervento dei Vigili del Fuoco lungo il viale di San Modestino. Foto Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro

Sit-in questa mattina della Cgil con i rifiugiati in prefettura. Don Vitaliano: “il volontariato deve ritornare alla sua dimensione di gratuità”

Pubblicato in data: 15/1/2015 alle ore:18:22 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

foto sit in pregfetturaManifestazione pacifica questa mattina davanti al palazzo della prefettura dei migranti. Tanti gli striscioni presenti questa mattina per ribadire di essere essere umani e non business. Questo per ribadire i propri diritti. Buona è stata la partecipazione dei rifugiati che insieme al segretario della CGIL Vincenzo Petruzziello si sono recati dal prefetto. C’erano tra loro anche coloro che risiedono a Mercogliano e che pochi giorni fa avevano manifestato il loro disagio per la qualità dei pasti. Sono seicento attualmente i profughi ospitati in Irpinia, ragazzi giovani che provengono da Nigeria, Ghana, Mali, Costa D’Avorio, Siria, Pakistan. Molte le problematiche portate dal segretario della CGIL al prefetto Carlo Sessa, tra cui quella di una immediata convocazione del tavolo permanente per la questione immigrati. Presente alla manifestazione anche il parroco di Capocastello Don Vitaliano Della Sala che ha lanciato un monito preciso: “abbiamo il dovere di ospitare e di farlo al meglio, i soldi ci sono ma vanno spesi bene e la Prefettura deve controllare che le cooperative trattino con umanità e dignità. Anche la Procura deve indagare e colpire chi specula su questi ragazzi che scappano da situazioni di guerra e povertà estrema. Per fortuna gli irpini sono persone solidali, allo stesso modo dovrebbero esserlo gli enti locali. La Chiesa ha la possibilità di ospitarli in tante strutture disabitate, ma il vero problema è che il volontariato ormai è diventato a pagamento e quando questo accade si corre inevitabilmente il rischio che venga sfruttato da persone senza scrupoli. Il volontariato deve ritornare alla sua dimensione di gratuità, con persone che dedicano tempo ed energie agli altri spontaneamente. La Chiesa in questo è stata maestra e dovrebbe riprendersi questo ruolo”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una Risposta »

  1. ma quale rifugiati(quelli sono semplici estracomunitari); i rifugiati siamo noi ca nisciuno vole accogliere: per me devono tornare in dietro(questa storia dovrebbe finire)))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))

Lascia un tuo commento