alpadesa
  
Flash news:   Maturità 2020, si cambia ancora: via le tre buste per l’orale e torna il tema di storia Decoro urbano e animali d’affezione, Graziano (M5S): “Bene la risposta del sindaco alla nostra richiesta di intervento“ Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, Mercogliano si colora di arancione: da oggi partono le iniziative di sensibilizzazione Non mandano la figlia a scuola: genitori denunciati dai Carabinieri di Mercogliano La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, intervento dei Vigili del Fuoco lungo il viale di San Modestino. Foto Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania

“Uno sguardo nell’anima” al centro sociale “Campanello”, nel ricordo di Daniele Salvio. Foto servizio

Pubblicato in data: 30/1/2015 alle ore:02:01 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

convegno daniele savio 9“E’ triste vedere che in questa sala ci sono poche persone, di tanti amici che aveva Daniela ne siamo rimasti solo un paio che sono presenti qui stasera”. Questo l’amaro commento di Rossella, un amica di Daniele Salvio, vedendo la scarsa partecipazione la seconda edizione di “uno SGUARDO nell’ANIMA” in MEMORIA di DANIELE SALVIO. L’evento è stato organizzato dagli amici di Daniele e “Penisola” – Associazione di volontariato Onlus, con il patrocinio della Sipi Avellino e del Comune di Mercogliano.

“Oggi sarebbe stato il trentunesimo compleanno di Daniele.  – continua Rossella – Era un ragazzo che purtroppo aveva perso troppo presto i genitori, seppur molto socievole e con tanti amici ma tendeva a nascondere il suo dolore e la sua sofferenza, lo esprimeva soltanto realizzando i suoi oggetti orafi. Daniele purtroppo non è stato aiutato ad aprire la sua nuova attività, ci sono stati anche dei problemi di natura burocratica che lo hanno abbattuto e insieme al suo stato di sofferenza hanno fatto in modo che si togliesse la vita. Il nostro intento e di fare in modo di far capire ai giovani che ci sono delle realtà di psicologi e volontari, di centri in cui possono fermarsi e parlare. Vogliamo portare un po’ di speranza”.convegno daniele savio 2

Ad introdurre e moderare il convegno dal titolo “Giovani e lavoro”, oggi” Giacomo Della Sala – Psicoterapeuta Sipi che non ha mancato di ringraziare tutti gli organizzatori dell’evento compreso il sindaco di Mercogliano Massimiliano Carullo, presente con tutta l’amministrazione comunale,  che ha portato un breve saluto: “Oggi noi dovevamo fare pre-consiglio, ma ho ritenuto che stare qui era molto più importante. Capisco l’amarezza ma non mi preoccuperei del numero dei presenti perchè l’importante è portare nel cuore questo ricordo. Noi quello che cerchiamo di fare con l’amministrazione è di dare ascolto ai giovani e parlare affrontando le problematiche. Bisogna partire dal basso, non ci aspettiamo che da Roma e da Napoli vengano le soluzioni ai problemi è da basso che devono venire queste soluzioni. Sono convinto che il messaggio di Daniele sia attuale e rappresenti un bagaglio per far si che altri giovani non vivano questo disagio sociale.”
A ricordare Daniele è anche la delegata alle politiche giovanili e più giovane consigliere comunale eletta Maria Sasso: “ricordo sempre con gioia Daniele che si recava al Cineplex ogni giovedì ed ogni cosa che gli disegnavo o ogni idea che gli rappresentavo lui la realizzava con tutta la sua passione”.convegno daniele savio 5 convegno daniele savio 8

A dare un contributo importante alla manifestazione l’Associazione Penisola, presente con Maria Giovanna Barbieri: “nel momento storico attuale c’è un forte legame tra il disagio dei giovani e la scarsa progettualità dovuta all’incertezza della condizione economica e sociale in cui ci troviamo. Per questo motivo abbiamo voluto creare un confronto su questo tema perchè la paura che deriva da questa situazione non sia un ulteriore limite per i giovani per attivarsi per delle iniziative e non faccia aumentare l’isolamento. La paura faccia da guida per dare maggiore forza ai nostri progetti e desideri.”convegno daniele savio convegno daniele savio 4

Poi è stato proiettato il video, uno breve stralcio tratto dal film “la meglio gioventù” in cui un giovane laurendo in medicina e alle prese con un esame veniva incitato dal professore a lasciare l’Italia. Sulla base del video si è poi sviluppato il dibattito ed ad aprirlo è stato il responsabile provinciale dei giovani Alessandro Nicotera che ha parlato dell’importanza di provare a fare progetti avendo come punto di riferimento l’Europa: ” l’Europa ha uno sguardo molto più positivo nei confronti dei giovani rispetto all’Italia. La mia idea è quella di andare fuori ma per acquisire competenze e una visione del mondo che è diversa da quella che ci viene portata davanti agli occhi ogni giorno, per capire magari quello che non abbiamo capito fino ad oggi. Come giovani all’interno dei forum proponiamo l’Erasmus che  non è valida  solo per gli studenti universitari ma ci sono possibilità anche per quelli al di sotto dei 30 anni come scambi culturali, fare tirocini, fare il servizio civile all’estero per quasi un anno con budget predefinito e i ragazzi spendono solo un massimo di 30 per cento di costi di mobilità”.
Nel momento di riflessione a prendere la parola poi è il sindacato con Antonio Famiglietti, responsabile politiche Giovanili e SOL Cgil : “personalmente non conoscevo Daniele ma ho conosciuto molto la sua storia e ne sono rimasto scosso. Io credo da questi avvenimenti che hanno una fine piuttosto brutta, tragica noi dobbiamo trovare la forza e la capacità di reagire alla storia non solo di Daniele ma delle tante storie che ci sono nella nostra provincia che vanno lette e sono il frutto del disagio e del malessere di questa società. In un momento di crisi come questo c’ è bisogno di mettere investimenti e creare opportunità di lavoro soprattutto per i giovani da parte del governo”. convegno daniele savio 3

Vincenza Preziosi, della Uil  pone l’accento sui dati sulla disoccupazione giovanile: “è sotto gli occhi di tutti che il mercato del lavoro è sicuramente cambiato rispetto a quello che era 20 anni fa. La disoccupazione giovanile che va dai 15 ai 24 anni in irpinia è del 52 per cento, aumentata negli ultimi 5 anni. I giovani oggi sono costretti ad accontentarsi a lavori che poco rispettano i loro percorso di studi e gli sforzi e sacrifici fatti durante gli anni. Come Uil ci siamo interrogati e sono circa 10 anni che siamo attivi con una categoria che cerca di rappresentare proprio questa parte di categoria. Ci siamo posti anche la domanda di come stare al fianco del giovane e ci siamo resi conto che bisognava accompagnarli anche con degli specialisti e così è nato un punto di ascolto dotato di psicologa che ascolta queste persone. E’ importante secondo noi se una persona ha bisogno di aiuto, quell’aiuto che Daniele non ha avuto”.convegno daniele savio 6 convegno daniele savio 7

A concludere il dibattito il delegato alle politiche del lavoro del comune di Mercogliano Mario Dello Russo: “noi come comune abbiamo puntato molto le politiche giovanili e lo abbiamo fatto come punto di forza. Abbiamo investito tante e tante risorse per poter portare nella cittadina di Mercogliano un certo numero di giovani e non farli fuoriuscire dalla città. Non dobbiamo permettere ai giovani di abbandonare il proprio territorio perchè all’interno di esso abbiamo tutte le possibilità per poter vivere ed esplodere.” Nella seconda parte della manifestazione c’è stata la testimonianza di alcuni giovani sulle difficoltà che trovano in questo mondo del lavoro. La giornata poi si è concluso con un ricordo di Daniele. convegno daniele savio

 

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento