alpadesa
  
Flash news:   “Un Natale coi chioschi”, sabato 7 dicembre alle 17,30 l’inaugurazione Maurizio Terrazzi è il nuovo questore di Avellino Sidigas, ritirata l’istanza di fallimento Vaga nel Parco Nazionale del Partenio, i Carabinieri salvano un 18enne di Ragusa Giuseppe Petrucciani premiato come socio storico dell’Ucsi Riattivato lo sportello antiracket presso il Centro sociale “P.Campanello” di Mercogliano Buon compleanno al nostro fotoreporter Mario D’Argenio Lettera al sindaco di Mercogliano di una 12enne: «Per Natale regalaci una biblioteca» Le Sardine d’Irpinia in mille ad Avellino Cessione Us Avellino, il presidente Mauriello:”Mai assunto impegno a rassegnare le dimissioni dal CdA”

La Sidigas batte Pistoia e rimane in corsa per i play off. Foto

Pubblicato in data: 13/4/2015 alle ore:14:58 • Categoria: Avellino BasketStampa Articolo

sidigas-pistoia 6Seconda vittoria su altrettante gare interne per coach Frates alla guida della Sidigas Avellino. La squadra allenata dal tecnico meneghino a riesce nel finale a conquistare due punti importantissimi nella corsa play off. Partita molto equilibrata che finalmente ha visto Avellino dare che qualcosa in più nel finale a differenza delle altre gare. Da segnalare la scarsa presenza di pubblico sugli spalti. Evidentemente non bastano questi pochi segnali incoraggiare per riconquistare i tifosi alla squadra biancoverde. La Sidigas parte subito con il piede sull’acceleratore: 4-0. Trasolini è in serata di grazia, intanto Pistoia si sblocca con Milbourne e con Easley poi (8 a 6). Banks ben servito da Green realizza l’ 11 a 6. Dopo un parziale di 9 a 0 per la Sidigas è tempo di time out. La Scandone sembra aver perso tutta la sua vena realizzativa e lascia il gioco nelle mani degli avversari che dominano con Amoroso. Marques Green con un libero porta il punteggio (12 a 16). Pistoia tenta addirittura l’allungo affidandosi ai suoi italiani: Magro, Filloy ed Amoroso confezionano quello che sarà il massimo vantaggio esterno dell’incontro (12-18 all’11’). La reazione di Avellino arriva da quelli che saranno i protagonisti in casa biancoverde: Green e Banks. Il play di casa infila due triple di fila che rappresentano l’ossatura di un break di 8-0 (22-18 al 12’) con il quale Avellino ritrova fiducia anche nella propria metà campo. Sul 29-22 Frates fa rifiatare il suo play. Hall ne approfitta per confezionare un alley-oop da urlo trasformato da Brown. Funziona la difesa a zona di coach Moretti. Avellino non riesce a correre come vorrebbe e finisce per incartarsi in attacco. Easley è un pericolo costante nonostante i cambi di marcatura. Gli americani di Pistoia, in contumacia con Filloy, dimezzano lo svantaggio prima dell’intervallo lungo (41-37 al 20’). Banks ribalta ma Hall con un gioco da tre tiene la Giorgio Tesi avanti (45 a 47). Lechthaler da il via alla ripresa, Gaines è bravo a prendersi un antisportivo e ad andare due volte a canestro ne fa 0 su 2 e Avellino deve ancora inseguire (47 a 49). Gaines commette un errore nel finale ed il parziale si chiude 53 a 53. Avellino vede i soliti fantasmi. A scacciarli ci pensa prima Harper, con un gioco da tre punti, e poi Green, con una tripla sul filo dei 24 secondi. Harper propizia il +5 (64-59), ma Pistoia è lì: Filloy infila la tripla e francobolla Banks. La mano della guardia americana non trema dalla lunetta. Il tesoretto di quattro punti con cui gli irpini giungono al rush finale risulterà decisivo.sidigas-pistoia sidigas-pistoia 2 sidigas-pistoia 3 sidigas-pistoia 4 sidigas-pistoia 5

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento