alpadesa
  
Flash news:   “Un Natale coi chioschi”, sabato 7 dicembre alle 17,30 l’inaugurazione Maurizio Terrazzi è il nuovo questore di Avellino Sidigas, ritirata l’istanza di fallimento Vaga nel Parco Nazionale del Partenio, i Carabinieri salvano un 18enne di Ragusa Giuseppe Petrucciani premiato come socio storico dell’Ucsi Riattivato lo sportello antiracket presso il Centro sociale “P.Campanello” di Mercogliano Buon compleanno al nostro fotoreporter Mario D’Argenio Lettera al sindaco di Mercogliano di una 12enne: «Per Natale regalaci una biblioteca» Le Sardine d’Irpinia in mille ad Avellino Cessione Us Avellino, il presidente Mauriello:”Mai assunto impegno a rassegnare le dimissioni dal CdA”

Ultras in azione, devastato lo stadio “Ossola”. Rinviata a domani pomeriggio la gara Varese-Avellino

Pubblicato in data: 18/4/2015 alle ore:21:52 • Categoria: Avellino calcioStampa Articolo

Ultras scatenati a VareseDistrutti manto erboso, panchine e porte. Scritte di minacce contro i giocatori. Rinviata la partita con l’Avellino a domani sempre alle ore 15:00.

La Lega di serie B si costituirà parte civile. Lo stadio “Franco Ossola” del Varese calcio danneggiato da vandali nella notte. Danni, minacce e partita rinviata. C’è alta tensione a Varese dopo che nella notte di venerdì scorso alcuni vandali hanno devastato lo stadio Ossola. Il bilancio dei danni è notevole: manto erboso distrutto, pali delle porte segati, panchina della squadra di casa divelta e scritte sui muri contro i giocatori.

Il match in programma oggi alle 15 contro l’Avellino è stato rinviato a domani. «Si tratta di un atto vergognoso, che fa male a tutta Varese e in cui non ci riconosciamo perché compiuto da delinquenti», commenta il sindaco Attilio Fontana.

Le indagini per fare chiarezza sull’accaduto sono in corso. Di certo c’è che alcune persone sono entrate nello stadio durante la notte e hanno devastato il campo. Probabilmente si tratta di un gesto di protesta per i risultati negativi della squadra, relegata in fondo alla classifica. Dura la presa di posizione della Lega. «D’ora in poi la Lega di serie B sarà parte civile in ogni procedimento contro i responsabili di atti che nuocciano agli interessi dei ventidue club», annuncia Andrea Abodi, numero uno della Lega, annunciando il salto di qualità nell’affrontare l’emergenza per l’infiltrazione dei violenti. «Saremo durissimi e distingueremo tra tifosi, anche ultrà, e violenti».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento