alpadesa
  
Flash news:   Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, Mercogliano si colora di arancione: da oggi partono le iniziative di sensibilizzazione Non mandano la figlia a scuola: genitori denunciati dai Carabinieri di Mercogliano La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, intervento dei Vigili del Fuoco lungo il viale di San Modestino. Foto Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino

Centinaia di donne in rosa da Mercogliano ad Avellino nel segno della prevenzione

Pubblicato in data: 13/9/2015 alle ore:23:58 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Camminata Rosa_2Un fiume in piena tutto rosa lungo quattro chilometri che da viale San Modestino di Mercogliano ha raggiunto il Duomo di Avellino passando per Torelli, Torrette, viale Italia e corso Vittorio Emanuele. Oltre mille donne vestite di rosa hanno così preso parte alla seconda «Camminata Rosa» organizzata dalle associazioni Amdos e Amos in nome della prevenzione e della corretta informazione. Presenti tanti amministratori cittadini tra cui Angelo Izzo, Lucia Sbrescia, Modestino Gesualdo, Stefania Di Nardo, Carmine Dello Russo, Maddalena Poerio, Ernesto Primo e don Vitaliano Della Sala. Presenti anche il sindaco Carullo con i colleghi di Santa Lucia di Serino, Fenisia Mariconda, e di Paternopoli Giuseppe Forgione e una folta delegazione della Scuola di Tarantella Montemaranese.
«Una splendida partecipazione anche quest’anno – afferma il consigliere Carlo Iannace -. Stare insieme aiuta a stare bene e in questo settore il volontariato contribuisce a dare un supporto fondamentale nel processo di guarigione». Quest’anno la manifestazione si arricchisce del supporto della neo nata Associazione Meridionale Operati al Seno, donne ma anche uomini quindi: «le due associazioni sono state create proprio per questo, per coinvolgere anche la sfera maschile che non è immune da questo problema». Ma l’obiettivo della giornata è stato anche quello di raccogliere fondi per l’acquisto di un ecografo mobile da utilizzare durante le giornate di screening sul territorio: «uno strumento importante per l’azione di prevenzione che insieme ai volontari svolgiamo in provincia – aggiunge il direttore della Breast Unit dell’ospedale Moscati di Avellino -. Ben vengano queste iniziative sempre più coinvolgenti perché la prevenzione è vita e per questo è fondamentale informare i cittadini». A piedi per tutto il percorso, insieme alle centinaia di donne, anche la Presidente del Consiglio Regionale Rosa D’Amelio che ha sottolineato come «la rete può fare la differenza affinché la sanità sia più vicina alle persone. E’ importante che le Istituzioni ascoltino i bisogni rappresentati dalle associazioni c’è bisogno di lavorare in sinergia per potenziare la prevenzione delle malattie oncologiche ma, soprattutto, è necessario rafforzare le strutture sanitarie difficoltà». A sostegno dell’iniziativa anche il sindaco Carullo: «Una tradizione che si rinnova quest’anno e andrà avanti nel tempo, un grande movimento d’opinione alla prevenzione. E’ una testimonianza importante di buona sanità, quella dell’altra Campania, un segnale di lavoro settimanale che l’onorevole Iannace svolge tra le comunità e quella di oggi ne è una sintesi importante rispetto al messaggio che oggi rivolgiamo direttamente al Presidente De Luca rispetto a cambiare un trend che sicuramente vedrà prospettive migliori per la nostra Campania». Assente però il Governatore Vincenzo De Luca che era atteso, invece, per il taglio de nastro: «L’impegno dell’Amdos a favore delle donne – dichiara De Luca attraverso un comunicato stampa – rappresenta una preziosa testimonianza di solidarietà umana e sociale, un aiuto fondamentale per vincere la malattia e la solitudine che troppe volte attanaglia le persone malate. Rinnoviamo la disponibilità della Regione Campania a stabilire una sempre maggiore collaborazione per contribuire ad umanizzare i servizi e le prestazioni sanitarie prima, durante e dopo gli interventi nel rispetto della dignità delle persone e dei loro cari». «Dobbiamo lavorare tutti i giorni per i bisogni della gente, partendo dal basso non aspettando soluzioni da Roma o da Napoli  – aggiunge Carullo -. Siamo a pochi passi dalla Funicolare e il presidente De Luca, proseguendo il lavoro fatto, ha sbloccato l’iter per i lavori».
La prevenzione, dunque al primo posto, anche in riferimento ai tagli che il settore sanitario ha subito negli anni: «senza il volontariato, professionale, competente, umano e solidale, moltissime cose che facciamo non si potrebbero fare. Una struttura è fatta di tante cose e il terzo settore è indispensabile – sottolinea il manager della Città Ospedaliera Giuseppe Rosato -. Se vogliamo mantenere un servizio sanitario nazionale equo, universale e solidale l’unica soluzione che abbiamo, vista la riduzione dei finanziamenti, è puntare sulla prevenzione primaria e sugli screening investendo di più. Dobbiamo fare in modo che la gente non si ammali, altrimenti ci vogliono risorse economiche e umane particolari». Di qui l’importanza della corretta informazione circa l’importanza spesso vitale della prevenzione in ambito medico perché «qualsiasi patologia se scoperta in tempo, nel 90% dei casi è risolvibile e non si arriva a stadi terminali quando, purtroppo, c’è poco da fare». «La medicina è essenziale – interviene il sindaco Foti – ma l’energia e la vitalità che vedo qui è il valore aggiunto al lavoro che svolge il dottore Carlo Iannace».
IMG_5896 IMG_5898 IMG_5899 IMG_5910 IMG_5916 IMG_5919 IMG_5931 IMG_5933 Camminata Rosa_20 Camminata Rosa_18 Camminata Rosa_13 Camminata Rosa_6 Camminata Rosa_4 Camminata Rosa_2

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento