alpadesa
  
Flash news:   Mercogliano, in corso verifiche dell’Alto Calore sulla qualità dell’acqua: vietato l’uso potabile dalle fontane pubbliche Regione Campania, De Luca nomina i nuovi assessori: resta fuori l’Irpinia Scuole, domani il via l’anno scolastico a Mercogliano. Il messaggio del sindaco D’Alessio: “Impegnamoci insieme a ritornare a quella normalità che tanto ci è mancata in questi mesi” Ad Atripalda open day di prevenzione con la sinergia tra Amdos Mercogliano e il team di Antonella Marcone Maltempo, sospesa la prima gara di campionato fra Avellino e Turris Maltempo, il sindaco D’Alessio esprime solidarietà ai comuni colpiti dalle violenti piogge Scuole, il sindaco predispone la chiusura per domani a causa dell’allerta meteo. Slitta la riapertura Riapertura scuole a Mercogliano, la nota della delegata Barbara Evangelista Mercogliano, lavoro di squadra per fronteggiare i danni del maltempo. Foto Riapertura delle scuole in tempo di Covid, il messaggio del vescovo Aiello: “ la paura non può ritardare il desiderato primo campanello”

Da viale San Modestino al Duomo di Avellino: tutto pronto per la II Camminata Rosa

Pubblicato in data: 4/9/2015 alle ore:07:00 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

IMG_5556 L’obiettivo di una sempre maggiore prevenzione guiderà il cammino delle centinaia di donne attese per la II Camminata Rosa organizzata da Amdos e Amos che si terrà domenica 13 settembre. L’iniziativa benefica è stata presentata ieri sera nell’aula consiliare alla presenza del neo eletto in Regione dottor Carlo Iannace, direttore della Breast Unit della Città Ospedaliera di Avellino: «La prevenzione e l’informazione al cittadino sono fondamentali e una manifestazione come questa va in tale direzione – afferma Iannace -. Inoltre visite gratuite rappresentano un valido supporto sanitario ed economico». Un percorso lungo quasi 7 chilometri che partirà da viale San Modestino per proseguire verso viale Europa, via Traversa, via Nazionale di Torrette, viale Italia, corso Vittorio Emanuele, via Matteotti, via De Santis, piazza della Libertà e terminerà in piazza Duomo dove alle ore 12 sarà celebrata la Santa Messa. «Il numero dei pazienti visitati è crescito in maniera esponenziale – afferma il primo cittadino Massimiliano Carullo – a testimonianza dell’importanza di tali azioni di prevenzione che salvano la vita a uomini e donne». Nel 2008 furono 8 le giornate di prevenzione, 786 le pazienti visitate e 16 i casi di tumori diagnositicati, numeri che sono cresciuti di anno in anno arrivando a 3.026 visite nel 2013 con 75 casi di tumori diagnosticati e diventati 143 nel 2014 anno in cui furono svolte 52 giornate di screening con 5.886 visite effettuate. In totale in sette anni sono state svolte 189 giornate di prevenzione, 17.034 visite e 411 casi di tumore evidenziati. La lunga marcia rosa mira quest’anno a raccogliere fondi per l’acquisto di un ecografo che sarà utilizzato durante le visite sul territorio. «La manifesazione si è arricchita del supporto dell’Amos, quindi apre anche alla prevenzione maschile– spiega la presidente dell’Amos Avellino Silvana Ianuario – e mira a coinvolgere nellediverse campagne di screenig sempre più persone». L’evento di domenica è stato organizzato da Amdos Mercogliano, Avellino, Ariano, Forino, Montoro, Alta Irpinia e Amos Alta Valle del Sabato, Solofra, Grottaminarda e Paternopoli in collaborazione con la casa editrice «Il Papavero» che allestirà due punti vendita di libri, uno alla partenza e l’altro all’arrivo, di cui parte dei proventi sarà data in beneficenza, e l’associazione «Tarantella Montemaranese» presente alla rotonda di Torrette dove intorno alle 10.30 è previsto l’incontro con il sindaco di Avellino Paolo Foti.
FdL
IMG_5561

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento