alpadesa
  
Flash news:   La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, intervento dei Vigili del Fuoco lungo il viale di San Modestino. Foto Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Denunciato titolare di un’impresa edile di Mercogliano ritenuto responsabile di Gestione illecita di rifiuti provenienti da demolizioni e costruzioni

Funicolare e Giro d’Italia, Iandolo accusa: “Solo passerelle e nessun impegno concreto del Comune”

Pubblicato in data: 7/10/2015 alle ore:07:32 • Categoria: Politica, Lista "Mercogliano Cambia"Stampa Articolo

mercogliano cambia iandolo (3)«Ennesima passerella di chi raccoglie i frutti seminati da altri», il capogruppo di «Mercogliano Cambia» Angelo Iandolo critico all’indomani dell’avvio dei lavori per la rimessa in funzione della Funicolare di Montevergine alla presenza del Governatore della Campania Vincenzo De Luca e di numerose autorità locali e regionali. «Sono contento che gli interventi di manutenzione straordinaria siano cominciati e mi auguro che il cronoprogramma sia rispettato – prosegue – ma non posso non stigmatizzare il ruolo marginale ricoperto dal Comune di Mercogliano visto che l’impegno maggiore in termini economici è stato profuso da Regione e Provincia». Il riferimento del consigliere d’opposizione è al contenuto del protocollo d’intesa firmato da Regione, Air Autoservizi e Comune di Mercogliano in cui: «l’ente comunale non pone alcun impegno economico consistente per la futura gestione dell’impianto che – incalza – rappresenta il vero problema da affrontare all’indomani della conclusione dei lavori poiché il rischio è quello di avere un impianto funzionante ma fermo per mancanza di fondi». Di qui le accuse all’amministrazione Carullo di non saper gestire al meglio la macchina finanziaria che «è sempre in perdita – sottolinea -, gli enti locali, invece, dovrebbero saper fare la propria parte e indirizzare la spesa verso un’attenta ripartizione evitando dispersioni in elargizioni e sovvenzioni e soprattutto operare secondo una più oculata gestione delle risorse a disposizione». A tal riguardo evidenzia: «Un esempio di cattiva spesa pubblica lo abbiamo registrato nell’ultimo consiglio comunale in cui la maggioranza ha approvato la modifica al Pec costata 30mila euro di cui circa 25mila sono andati all’ingegnere cui è stato affidato l’incarico». Dunque, Iandolo boccia in toto l’operato amministrativo da lui giudicato incapace di essere concreto anche rispetto al comparto turistico: «il sindaco partecipa solo a parate formali senza sostanza come ha fatto per il Giro d’Italia annunciato solo due mesi fa con toni trionfalistici per il passaggio a Mercogliano e già smentito dai fatti. Stessa sorte per la bocciatura del progetto “La via dei Santi” e del cartellone estivo mentre altri paesi hanno visto approvate anche due proposte». Turismo e cultura, quindi, non sono adeguatamente valorizzati secondo il capogruppo poiché «è evidente che qui iniziative culturali di interesse latitano, mentre noi continuiamo ad arrostire salsicce gli altri fanno cultura – afferma – l’unica iniziativa di successo degna di nota è “Campania Pro Loco Expo” appena conclusa, una bella vetrina per il paese cui hanno preso parte rappresentanti di ogni parte della regione, ma in cui il Comune non ha avuto alcun ruolo organizzativo».
FdL

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 4,50 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento