alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, nessun caso in Irpinia su 299 tamponi effettuati Chioschi Montevergine, riunione dei commercianti con il sindaco questo pomeriggio. D’Alessio: “Ci impegneremo per trovare tutte le soluzioni possibili” Coronavirus, quasi raddoppiati i guariti e le vittime in un giorno sono solo 78 Spari contro auto di giovani a Mercogliano, sequestrata la vettura: Polizia a caccia di due sospetti Coronavirus, nuovo caso a Mercogliano: 4 in Irpinia. I contagiati salgono a 536 Coronavirus, la Regione rinnova l’invito: “No assembramenti, il virus è ancora presente” Coronavirus, 92 le vittime registrate in un giorno e solo 300 nuovi positivi Pentecoste, il 31 maggio Messa di ringraziamento per l’emergenza Coronavirus a Montevergine: invitati cittadini e famiglie colpiti dal virus Montervergine, riaperto ieri il Museo Abbaziale: intervista al direttore Don Giovanni Maria Gargiulo Funicolare, da domenica prossima riprendono le corse verso il Santuario

Opere pubbliche, Iandolo: “Lavori da sempre mal eseguiti e denaro sperperato”

Pubblicato in data: 24/10/2015 alle ore:09:32 • Categoria: Politica, Lista "Mercogliano Cambia"Stampa Articolo
Consiglio Comunale Mercogliano Iandolo“Con riferimento alle prossime opere pubbliche annunciate in queste ore da un’amministrazione che ha già dato prova di quanto sia incapace di eseguire opere qualitativamente accettabili ( esse infatti – puntualmente- rimangono incompiute per anni e forse per sempre e quando portate a termine risultano non collaudabili, inutilizzabili o addirittura pericolose per la pubblica incolumità) , non possiamo non evidenziare come, proprio per tali motivi, esse, appaiano agli occhi dei più una “vera e propria minaccia” – afferma il capogruppo di Mercogliano Cambia Angelo Iandolo -. E difatti se per riqualificazione e messa in sicurezza si intende il disastro compiuto in  Via E. Amatucci , Corso Garibaldi e  Viale San Modestino, senza contare quelli in corso in Via Serroni e in Via Matteotti (sfidiamo chiunque a riuscire a camminare liberamente su alcuni tratti dei marciapiedi realizzati, tra pali, cabine, insegne ed altro, figuriamoci come potrebbe riuscirvi un disabile) sarebbe auspicabile che le aree “prese di mira” dall’amministrazione venissero lasciate nello stato in cui si trovano. Tutti, difatti, nessuno escluso, rimpiangono il viale San Modestino, Via Amatucci e Corso Garibaldi per come erano prima degli interventi di riqualificazione e tutti chiedono incessantemente ma – inutilmente – di riportarle nello stato in cui si trovavano prima, quantomeno al fine di evitare gli ingenti esborsi che il Comune è costretto a pagare a titolo di risarcimento danni per i numerosi incidenti che si verificano su tali arterie a causa del dissesto delle stesse. Ma, evidentemente, per questa amministrazione, lo sperpero del danaro pubblico è un vanto ed è meglio pagare centinaia di migliaia di euro in risarcimenti che finanziare – con i fatti e non con i proclami e le parate – il funzionamento della funicolare”.
Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una Risposta »

  1. Gentile avvocato Iandolo, forse non si è accorto che i mercoglianesi vivono felici, consapevoli di abitare in una piccola Svizzera dove tutto funziona a dovere. Forse non è così? Un sindaco sfiduciato non riceve tanto consenso se non ha brillato per capacità di governo, per visione e progettualità per il futuro, per la sua abilità nel risolvere i problemi. I mercoglianesi sono maturi e consapevoli e forse solo io e lei non ci rendiamo conto di quanto bene abbiamo ricevuto dal buon Dio.

Lascia un tuo commento