alpadesa
  
domenica 17 novembre 2019
Flash news:   Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Denunciato titolare di un’impresa edile di Mercogliano ritenuto responsabile di Gestione illecita di rifiuti provenienti da demolizioni e costruzioni Domani 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino Si è sciolto il Direttivo della Curva Sud Avellino Al via la vendita dei biglietti per Avellino-Potenza

L’assessore Sbrescia: “Affianco all’Abate per riportare a Mercogliano la Sacra Sindone e realizzare un museo permanente”

Pubblicato in data: 24/11/2015 alle ore:07:40 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

sbresciaGrande successo di pubblico al Comune di Mercogliano per parlare della Sacra Sindone a Montevergine. L’occasione è stata data dalla presentazione del volume “Il Viaggio”, quinto appuntamento della rassegna “LIBRI IN …COMUNE” inserito  nell’ambito del “Progetto Mercogliano Lab”. Tale progetto è organizzato dall’assessore alla cultura e istruzione del Comune di Mercogliano Lucia Sbrescia, in sinergia con il Sindaco di Mercogliano Prof. Massimiliano Carullo, in collaborazione con l’I.C. Mercogliano guidato dalla Preside Dott.ssa Maria Goretti Oliviero, con la Biblioteca statale di Montevergine e dal Club UNESCO di Avellino. Tale evento è stato patrocinato dall’Ufficio scolastico provinciale di Avellino. Il libro “Il viaggio”, scritto dagli ex allievi della III E dell’I. C. Mercogliano, guidati dalla Prof.ssa Carmela Pescatore, racconta il periodo in cui la Sacra Sindone fu custodita presso il Santuario di Montevergine. Il dibattito, moderato dal giornalista Andrea Fantucchio, ha visto, tra l’altro, la partecipazione del Sindaco Prof. Massimiliano Carullo, dell’assessore Lucia Sbrescia, dell ‘assessore Modestino Gesualdo, della Prof.ssa Carmelina Pescatore, della Prof.ssa Raffaelle Ciasulli, della Prof.ssa Sofia Ocone che ha letto alcune pagine del libro e di molti ragazzi autori dell’opera con le loro famiglie.

Molto atteso l’intervento di S.E. l’Abate di Montevergine Padre Riccardo Guariglia che ha raccontato  ai presenti  del periodo in cui la Sacra Sindone fu nascosta a Montevergine. E’ seguito un dibattito assai interessante e partecipato. Gli allievi presenti  hanno posto delle domande  inerenti la vita monastica in Abazia e sul periodo in cui la Sacra Reliquia fu custodita nel santuario mariano. L’Abate Guariglia ha raccontato che “l’allora Abate Marcone fu convocato in Vaticano per incontrare il Cardinal Maglione. L’alto prelato chiese all’Abate di custodire nel  santuario la Sacra Sindone. Così, dopo 18 giorni, avvenne il trasferimento in automobile della Sacra Reliquia che fu collocata sotto l’altare del Coretto, operando in piena notte. In pochi seppero di quel trasferimento. La Sindone fu custodita gelosamente dai monaci che conservarono in segreto il telo sacro. Il 29 ottobre del 46 l’urna con la Sacra Sindone lasciò il Santuario, ma prima fu concesso di effettuare un’esposizione eccezionale. La sera dell’esposizione, ha raccontato  l’Abate, fu raccomandato ai monaci presenti di non toccare la Reliquia, ma, all’improvviso, mancò la corrente. L’Eccellenza Guariglia ha raccontato che qualcuno dei frati sfioro’ la Sindone con la mano o con qualche oggetto che aveva con sé”. L’assessore Sbrescia, a margine dell’incontro, ha espresso sostegno pieno alla proposta avanzata dall’Abate di portare la Sacra Sindone a Mercogliano per una esposizione  straordinaria e anche all’idea di istituire un museo permanente che custodisca tutti gli oggetti legati al periodo in cui il Sudario di Cristo fu custodito in Irpinia. “Insieme al Sindaco ed alla Città tutta siamo pronti a sostenere la proposta di Sua Eccellenza Guariglia che rappresenta per tutti noi un altissimo punto di riferimento”.

L’Abate Guariglia ha invitato pubblicamente le scuole di Mercogliano a visitare l’Abbazia in un open day da concordare con la Preside dell’Istituto stesso e a recarsi al santuario per visitare i luoghi nei quali fu custodita la Sacra Reliquia e per conoscere i capolavori in essa custoditi. Non potevano mancare, in una serata magica come questa, le note musicali dei Maestri Umberto D’Angelo (oboe) e Livia Guarino (pianiforte) dell’orchestra del M.I.R.  di Avellino diretta dal Maestro Claudio Ciampa che ha reso ancor più emozionante l’atmosfera della serata. L’Assessore Sbrescia ha ringraziato l’Abate per la sua ambita ed autorevole presenza, il Dott. Domenico D. De Falco, il Maestro Claudio Ciampa per la gentile partecipazione dei musicisti, la Preside Oliviero, i docenti presenti, Suor Giuliana in rappresentanza delle suore benedettine, il regista Falagario (che ha intervistato i giovani allievi), la rappresentante del comitato genitori, Dott.ssa Cristiana Roscelli, gli ex assessori al Comune di Avellino, ingegnere Gerardo Troncone e Prof. Nunzio Cignarella, i rappresentanti del Club Unesco di Avellino, i rappresentanti dell’associazione “Nonni di Mercogliano”, l’attore Eugenio Corsi e tanti amici presenti all’evento.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento