alpadesa
  
Flash news:   Ventidue furti nelle case dell’hinterland avellinese, misure cautelari per due persone Us Avellino, Filippo Polcino è il nuovo Amministratore Delegato Us Avellino, Aniello Martone è il nuovo Direttore Generale Us Avellino, trovato l’accordo: presidente Luigi Izzo e Nicola Circelli vice Muore a 36 anni, addio ad Angelo De Angelis: Original Fans e Scandone in lutto Bisceglie espugna il Paladelmauro L’abate Guariglia benedice il presepe nel giorno dell’Immacolata L’Avellino batte 3-1 la Sicula Leonzio. Foto I tuoi anniversari pubblicati gratuitamente nella rubrica “Giorni Felici” “Un Natale coi chioschi”, sabato 7 dicembre alle 17,30 l’inaugurazione

Sequestrate due palazzine ad Avellino: indagati il costruttore di Mercogliano ed i committenti due fratelli atripaldesi

Pubblicato in data: 29/6/2016 alle ore:09:43 • Categoria: CronacaStampa Articolo

auto-forestaleBlitz del Corpo Forestale ad Avellino. Due palazzine di recente costruzione sono state sequestrate in via Carafa, nel popoloso quartiere di San Tommaso.

Tra garage, mansarde e appartamenti (venduti e ancora non venduti), si parla di 75 unità abitative.

Un maxi sequestro per l’equivalente di sei milioni di euro che ha lasciato sgomenti quanti avevano già chiuso l’accordo di compravendita dei nuovi alloggi. Agli inquilini per il momento sarebbe stata concessa la facoltà d’uso in attesa dei riscontri giudiziari.
Indagati il costruttore, un imprenditore di Mercogliano, i committenti, due fratelli atripaldesi, tecnici della ditta di costruzione e dirigenti e funzionari comunali.

I sigilli sono scattati questa mattina; parallelamente, gli agenti del Corpo Forestale dello Stato hanno ‘visitato’ nuovamente gli uffici del Comune.

L’operazione rientra nella più vasta inchiesta sulle costruzioni abusive in città che ha già portato a numerosi sequestri, perché realizzate nonostante il vincolo del Rio San Francesco.

Secondo la Procura di Avellino, coordinata da  Rosario Cantelmo, anche questi immobili, al pari di quelli già posti sotto sequestro, non avrebbero rispettato il vincolo idrogeologico a cui queste zone sono sottoposte.

La stessa Procura di Avellino ha anche acquisito gli atti della giunta regionale della Campania con i quali il corso d’acqua è stato declassificato, dando così via libera alla facoltà di edificare.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento