alpadesa
  
Flash news:   Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, Mercogliano si colora di arancione: da oggi partono le iniziative di sensibilizzazione Non mandano la figlia a scuola: genitori denunciati dai Carabinieri di Mercogliano La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, intervento dei Vigili del Fuoco lungo il viale di San Modestino. Foto Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino

Si blocca la Funicolare per Montevergine ad un mese esatto dall’inaugurazione: problemi all’impianto tra oggi e domani la riapertura al pubblico

Pubblicato in data: 27/7/2016 alle ore:09:53 • Categoria: CronacaStampa Articolo

inaugurazione funicolare_15

Si blocca la Funicolare per Montevergine. Ad un mese esatto di distanza dall’inaugurazione avvenuta alla presenza del Governatore della Campania Vincenzo De Luca, da domenica scorsa l’impianto che conduce fin su al Santuario  è chiuso al pubblico e probabilmente lo sarà ancora per oggi e domani perché s’è bloccata per un guasto che sta richiedendo tempo e intervento di una squadra specializzata per essere riparato. Il blocco si è verificato domenica scorsa ed è legato alla dilatazione termica. Servizio interrotto per motivi di sicurezza che gli operai pensavano di risolvere in poche ore di lavoro. Sembrava una questione da poco ma le due carrozze che collegano Mercogliano con il Santuario di Mamma Schiavona hanno subito uno stop più lungo.
I disagi sono stati subito arginati dall’Air per i residenti e turisti che avevano approfittato della domenica per recarsi in preghiera al Santuario. Alcuni mercoglianesi che avevano trascorso la mattinata al Santuario, quando hanno provato a riscendere in città si sono ritrovati i cancelli chiusi della funicolare centrale, quindi hanno dovuto raggiungere viale San Modestino utilizzando i pullman e le navette sostitutive messi a disposizione dall’Air. Discorso identico per alcuni turisti che erano stati invogliati a raggiungere il Santuario tramite la funicolare e che non hanno potuto utilizzare lo stesso mezzo per salire fin su.
Nella giornata di lunedì anche il sindaco Carullo, appresa la notizia, si è immediatamente interessato contattando l’azienda dalla quale ha avuto rassicurazioni di una immediata riapertura. Ma l’intervento si è mostrato più complicato e delicato del solito e nonostante si lavori alacremente, la riapertura al pubblico potrebbe avvenire già oggi o al massimo nella giornata di domani giovedì.
Il guasto che ha bloccato la funicolare che collega Mercogliano da viale San Modestino al Santuario è legato alla dilatazione termica subita dall’impianto. Le carrozze avrebbero potuto funzionare regolarmente, ma l’azienda per motivi di sicurezza ha deciso di chiude l’impianto al pubblico fino a quando non si sarà concluso l’intervento di manutenzione da parte dei tecnici, garantendo comunque il servizio di navetta sostitutivo predisposto dallAir. Il guasto che si è verificato, sebbene i tecnici siano prontamente intervenuti per l’intervento, sta richiedendo alcuni giorni per la sistemazione. Solo nella giornata di oggi o la massimo domani, dopo una accurata verifica, sarà possibile riaprire l’impianto al pubblico.
L’impianto mercoglianese, uno dei più veloci e ripidi d’Europa, è rimasto chiuso per due lunghi anni per essere interessato da un lungo intervento di ammodernamento. Il progetto predisposto dall’Air ha visto un impegno economico di 621.900 euro per revisione, restyling e ammodernamento delle due carrozze; 678.100 per  i lavori di ripristino della via di corsa e realizzazione di vie di fuga con struttura in legno per il deflusso dei passeggeri lungo la linea.
Poche settimane, dopo la polemica sollevata dal M5S sul caro biglietti, il prezzo del tagliando era stato portato a cinque euro ( e non gli 8 stabiliti) per residenti e per chi viene da fuori, i turisti e le comitive di fedeli che superano le 20 persone, potranno usufruire della medesima agevolazione: 5 euro invece di 8 euro. Un’agevolazione per i residenti di Mercogliano concessa su richiesta dell’Amministrazione Carullo

Ad un mese esatto di distanza dall’inaugurazione avvenuta alla presenza del Governatore della Campania Vincenzo De Luca, da domenica scorsa l’impianto che conduce fin su al Santuario  è chiuso al pubblico e probabilmente lo sarà ancora per oggi e domani perché s’è bloccata per un guasto che sta richiedendo tempo e intervento di una squadra specializzata per essere riparato. Il blocco si è verificato domenica scorsa ed è legato alla dilatazione termica. Servizio interrotto per motivi di sicurezza che gli operai pensavano di risolvere in poche ore di lavoro. Sembrava una questione da poco ma le due carrozze che collegano Mercogliano con il Santuario di Mamma Schiavona hanno subito uno stop più lungo.
I disagi sono stati subito arginati dall’Air per i residenti e turisti che avevano approfittato della domenica per recarsi in preghiera al Santuario. Alcuni mercoglianesi che avevano trascorso la mattinata al Santuario, quando hanno provato a riscendere in città si sono ritrovati i cancelli chiusi della funicolare centrale, quindi hanno dovuto raggiungere viale San Modestino utilizzando i pullman e le navette sostitutive messi a disposizione dall’Air. Discorso identico per alcuni turisti che erano stati invogliati a raggiungere il Santuario tramite la funicolare e che non hanno potuto utilizzare lo stesso mezzo per salire fin su.
Nella giornata di lunedì anche il sindaco Carullo, appresa la notizia, si è immediatamente interessato contattando l’azienda dalla quale ha avuto rassicurazioni di una immediata riapertura. Ma l’intervento si è mostrato più complicato e delicato del solito e nonostante si lavori alacremente, la riapertura al pubblico potrebbe avvenire già oggi o al massimo nella giornata di domani giovedì.
Il guasto che ha bloccato la funicolare che collega Mercogliano da viale San Modestino al Santuario è legato alla dilatazione termica subita dall’impianto. Le carrozze avrebbero potuto funzionare regolarmente, ma l’azienda per motivi di sicurezza ha deciso di chiude l’impianto al pubblico fino a quando non si sarà concluso l’intervento di manutenzione da parte dei tecnici, garantendo comunque il servizio di navetta sostitutivo predisposto dallAir. Il guasto che si è verificato, sebbene i tecnici siano prontamente intervenuti per l’intervento, sta richiedendo alcuni giorni per la sistemazione. Solo nella giornata di oggi o la massimo domani, dopo una accurata verifica, sarà possibile riaprire l’impianto al pubblico.
L’impianto mercoglianese, uno dei più veloci e ripidi d’Europa, è rimasto chiuso per due lunghi anni per essere interessato da un lungo intervento di ammodernamento. Il progetto predisposto dall’Air ha visto un impegno economico di 621.900 euro per revisione, restyling e ammodernamento delle due carrozze; 678.100 per  i lavori di ripristino della via di corsa e realizzazione di vie di fuga con struttura in legno per il deflusso dei passeggeri lungo la linea.
Poche settimane, dopo la polemica sollevata dal M5S sul caro biglietti, il prezzo del tagliando era stato portato a cinque euro ( e non gli 8 stabiliti) per residenti e per chi viene da fuori, i turisti e le comitive di fedeli che superano le 20 persone, potranno usufruire della medesima agevolazione: 5 euro invece di 8 euro. Un’agevolazione per i residenti di Mercogliano concessa su richiesta dell’Amministrazione Carullo

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

3 Risposte »

  1. komera ke kua non si facevano tanti kommenti forse i lettori non tenevano nulla ke dire???

  2. vi è qualcuno che aveva capito o problema

  3. SPERIAMO KE SI ENE SBLOCCCATA

Lascia un tuo commento