alpadesa
  
Flash news:   Eziolino Capuano nuovo tecnico dell’Us Avellino, esonerato Ignoffo Auto contro cisterna del gas lungo la Variante, giovane ferita e traffico in tilt tra Atripalda e Mercogliano Al via la campagna abbonamenti per la Scandone Operazione “Partenio 2.0”, bufera sulla Lega: si autosospende il coordinatore di Avellino Sabino Morano Givova nuovo sponsor tecnico della Scandone Lutto des Loges, il cordoglio di MercoglianoNews per la perdita del papà della collega e presidente Francesca Operazione “Partenio 2.0”, ecco nel comunicato stampa dei Carabinieri i nomi dei 23 arrestati e le intercettazioni shock Scacco al clan “Partenio 2.0”: 23 arresti nell’operazione della D.D.A. della Procura della Repubblica di Napoli contro i clan camorristici Rissa tra immigrati, paura e tensione a Mercogliano Scandone sconfitta dalla Palestrina per 87-50

Villa a Torelli, la denuncia della consigliera Argenziano: “rinata dopo venti anni e deceduta dopo due anni dalla riapertura!”

Pubblicato in data: 23/8/2016 alle ore:16:00 • Categoria: PoliticaStampa Articolo

Consiglio comunale ArgenzianoLa nostra amministrazione comunale ogni giorno ci insegna come all’improvviso possa cambiare lo scenario della realtà. Panta rei, tutto scorre, tutto si evolve e muta…

Dopo venti anni la villa di Torelli è stata restituita ai cittadini; durante i mesi estivi dell’anno 2014 assessori, consiglieri comunali e volontari pieni di giubilo ed orgoglio, riverniciavano le recinzioni usurate dal tempo. Tutto fu immortalato con foto ed articoli sui giornali; cittadini esterrefatti si trattenevano all’interno del parco.

Ma come dicevamo, tutto scorre e dopo il primo anno di vita, giorno dopo giorno, il “Tubo” si è nuovamente otturato.

La villa è sempre chiusa, nessun personale che vada ad aprirla, nessun controllo, nessun bambino che giochi serenamente sulle giostrine.

A seguito della mia interrogazione, durante l’ultimo consiglio comunale, finalmente arriva la risposta dell’ufficio tecnico con firma congiunta dell’assessore competente e del sindaco:

“Per quel che attiene la villa in loc.Torelli, se ne valuterà l’apertura anche alla stregua della villa a Torrette, perennemente aperta al pubblico”.

Dunque le domande sorgono spontanee:

perché dopo aver utilizzato soldi, tempo e forza lavoro è necessario ricorrere ad una valutazione sull’apertura di una villa che, a dire dell’amministrazione,  “risulta in assoluto decoro”?;

perché si finge di riqualificare parzialmente l’esistente?;

perché non affidare ad associazioni la gestione di spazi comunali?

Ed ecco il paradosso del panta rei: l’acqua sempre diversa che scorre nel letto del fiume è sempre una e una stessa corrente!

Le cose non cambiano e se cambiano qui a Mercogliano cambiano in peggio; qui in questo bel paese vi è un’assurda propensione all’autodistruzione (si pensi al campo sportivo, al viale S.Modestino, alle strade dissestate, al centro sportivo…).
street food (2)

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una Risposta »

  1. SI DOVREBBERO INSTALLARE VIDEOCAMERE

Lascia un tuo commento