alpadesa
  
Flash news:   Tosap, Imu e Tari: il Comune scende in campo per il sostegno ai commercianti Coronavirus, nuovo positivo in Irpinia: è di Contrada Coronavirus, calano i morti (+70) e aumentano i guariti (+3.503) ma i contagi restano +593 Screening sierologico ad Ariano: sono 60 i positivi al tampone Spari contro auto di giovani a Mercogliano, oggi in Prefettura Comitato per l’ordine pubblico Coronavirus, in Irpinia secondo giorno consecutivo a contagio zero. I tamponi effettuati sono stati 298 Us Avellino, completato il passaggio delle quote Coronavirus, risalgono i contagi (+584) e le vittime (+117) in un giorno SportDays 2020, sabato la presentazione al Centro Sociale Campanello Un anno di amministrazione D’Alessio, il sindaco: “Un anno bellissimo, l’obiettivo è riportare Mercogliano ad essere la perla dell’Irpinia”

Fece esplodere bomba carta nel derby Torino-Juve, deferito irpino

Pubblicato in data: 18/10/2016 alle ore:18:44 • Categoria: CronacaStampa Articolo

bombe-carta-1016Gli Agenti della DIGOS della Questura di Avellino, in esecuzione di subdelega dalla D.I.G.O.S. di Torino, hanno eseguito una perquisizione presso il domicilio in Ospedaletto d’Alpinolo (AV) di un 30enne irpino, residente a Castelfidardo (AN). L’atto di polizia giudiziaria si inserisce nell’ambito di una indagine avviata dalla DIGOS di Torino a seguito dell’esplosione lo scorso anno di una bomba carta nel corso del derby Torino-Juventus. I poliziotti, nel corso della perquisizione, hanno individuato un locale terraneo attiguo al garage della predetta abitazione, senza dubbio nella disponibilità del giovane, nel quale hanno rinvenuto un consistente quantitativo di ordigni esplosivi (complessivamente circa 15 Kg), consistenti in bombe carte dall’elevato potenziale distruttivo, nonché numerosissimi artifici pirici ad affetto illuminante. Nella circostanza venivano altresì sequestrate cinque carte postepay, un computer, due telefonini e due quaderni con appunti e cifre, tenuto conto che risultava fondata l’ipotesi che il materiale proibito posto sotto sequestro fosse venduto via WEB. Peraltro parte della merce è stata trovata già confezionata in pacchi, pronti per essere affidati al corriere, certamente ignaro del contenuto, per la spedizione e consegna a terzi. Il materiale esplosivo in sequestro è stato affidato in giudiziaria custodia ad apposita ditta mentre il giovane, condotto in Questura è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino per il reato di possesso di esplosivi. Il predetto non fa parte della locale tifoseria ultras, né risulta frequentare lo stadio Partenio-Lombardi di Avellino.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento