alpadesa
  
domenica 19 gennaio 2020
Flash news:   Traforo del Partenio, nasce oggi il Comitato per il No Bertolo è un nuovo giocatore dell’Us Avellino “Operazione Risorgimento Digitale”, il Comune di Mercogliano scelto per un progetto di educazione nell’utilizzo degli strumenti informatici Raccolta e smaltimento oli e indumenti usati, pubblicati due avvisi sul sito del Comune di Mercogliano La Co.Vi.So.C. sblocca il mercato dell’Avellino Calcio Una fiaccolata per Antonio Dello Russo. Il fratello Giliberto: “chiediamo verità” Messa e fiaccolata in ricordo di Antonio Dello Russo questo pomeriggio a Mercogliano Da domani attivi tre nuovi autovelox sul raccordo Avellino-Salerno Niente mercato ad Avellino, ambulanti in piazza contro l’Amministrazione Festa Chiuse le indagini per l’aggressione all’assessore Giacobbe

La proposta di Ferraro: “L’ente stipuli un accordo territoriale per canoni di fitto concordati, misura a favore delle famiglie e contrasto dei fitti sommersi”

Pubblicato in data: 15/2/2018 alle ore:10:01 • Categoria: PoliticaStampa Articolo

Il neo consigliere di opposizione Pasquale Ferraro incalza l’amministrazione Carullo affinché l’ente stipuli un accordo territoriale per canoni di fitto concordati in modo da venire incontro a difficoltà economiche delle famiglie e contrastare i fitti sommersi. «Sarebbe opportuno che l’amministrazione comunale si attivasse per promuovere sul territorio uno strumento utile per rafforzare il reddito delle famiglie e cominciare a dare risposte concrete alle difficoltà economiche dei cittadini ma anche per contribuire all’emersione dei redditi derivanti da contratti di fitto non registrati dato che le ultime statistiche in Italia si attestano sul 50% di sommerso».
Ferraro si rifà al decreto ministeriale di gennaio 2017 che attua la convenzione nazionale firmata tra le sigle rappresentanti la proprietà edilizia e i sindacati degli inquilini: «Rispetto ai vecchi accordi – spiega il capogruppo di “Impegno per Mercogliano” che ha anche posto formale interrogazione consiliare sull’argomento – viene ampliata la casistica consentendo gli accordi locali anche ai contratti transitori di durata fino a 18 mesi venendo incontro alle crescenti esigenze legate a mobilità lavorativa, studio, formazione professionale, apprendistato o ricerca di occupazione». In particolare Ferraro evidenzia la rilevanza della possibilità per il locatore di avere agevolazioni fiscali come la cedolare secca al 10%, la riduzione delle aliquote Imu e Tasi nonché l’abbattimento delle imposte di registro e di bollo mentre per il locatario, oltre alla possibilità di avere un canone fissato entro una fascia di oscillazione, sono previste detrazioni Irpef per fascia di reddito. «Certamente i cittadini hanno la possibilità, come stabilisce il decreto, di prendere a riferimento l’accordo del vicino ed omogeneo comune di Monteforte Irpino ma – conclude il consigliere da poco subentrato al dimissionario Antonio Buonaiuto – sarebbe ancora una volta un segnale di come questo ente non sia attento rispetto alle esigenze dei propri cittadini».
FdL

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento