alpadesa
  
Flash news:   Oggi pomeriggio la presentazione di mister Eziolino Capuano Le parole di coach De Gennaro alla vigilia della gara con la Virtus Arechi Salerno Eziolino Capuano nuovo tecnico dell’Us Avellino, esonerato Ignoffo Auto contro cisterna del Gas lungo la Variante, giovane ferita e traffico in tilt tra Atripalda e Mercogliano Al via la campagna abbonamenti per la Scandone Operazione “Partenio 2.0”, bufera sulla Lega: si autosospende il coordinatore di Avellino Sabino Morano Givova nuovo sponsor tecnico della Scandone Lutto des Loges, il cordoglio di MercoglianoNews per la perdita del papà della collega e presidente Francesca Operazione “Partenio 2.0”, ecco nel comunicato stampa dei Carabinieri i nomi dei 23 arrestati e le intercettazioni shock Scacco al clan “Partenio 2.0”: 23 arresti nell’operazione della D.D.A. della Procura della Repubblica di Napoli contro i clan camorristici

Truffa la cassiera di un bar per 47 euro: denunciato

Pubblicato in data: 17/4/2018 alle ore:16:02 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Aveva sottratto 47 euro al titolare di un bar di Mercogliano, l’abile truffatore beccato dai Carabinieri della Compagnia di Avellino.

L’uomo, un 35enne di Forino, già noto alle Forze dell’Ordine, si era recato nell’esercizio commerciale, pagando con una banconota da 100 euro un caffè ed un amaro, ottenendo regolarmente il resto. A questo punto è scattata la cosiddetta “rendez-moi” o “truffa del resto”, una sorta di manipolazione mentale che ha condotto la vittima a procurare all’acquirente il profitto di 47 euro.

La cassiera, dopo aver intuito di essere stata truffata, ha richiesto l’intervento dei Carabinieri.

L’attività d’indagine, estrinsecatasi attraverso l’acquisizione di utili informazioni nonché di video dal sistema di videosorveglianza, ha permesso ai militari della Stazione di Mercogliano di addivenire all’identificazione del responsabile.

Alla luce delle evidenze emerse, per il 35enne è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino poiché ritenuto responsabile del reato di truffa.

È la truffa del momento e conta già centinaia di vittime. Funziona così: il malvivente entra in un locale commerciale e paga con una banconota da 100 euro per un prodotto di poco valore. La cassiera elargisce il resto, ma a quel punto il soggetto, con una scusa, chiede di riavere la banconota e, distraendola ulteriormente con altri pretesti, le rifila una banconota da 50 euro: la cassiera ha quindi dato il resto ed anche restituito la banconota da 100 euro, prendendo quella da 50, non rendendosi subito conto, nel vorticoso passaggio di contanti, di essere stata circuita da un lestofante di mestiere. Un tipico caso di “confusione organizzata” che dura pochi istanti e si svolge senza esitazioni, possibilmente approfittando anche del momento con la presenza di più clienti in fila per pagare, tra i quali, spesso, anche qualche complice dello stesso truffatore.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento