alpadesa
  
Flash news:   Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Denunciato titolare di un’impresa edile di Mercogliano ritenuto responsabile di Gestione illecita di rifiuti provenienti da demolizioni e costruzioni Domani 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino Si è sciolto il Direttivo della Curva Sud Avellino Al via la vendita dei biglietti per Avellino-Potenza

Festa di San Francesco di Sales patrono dei giornalisti, il messaggio del vescovo Aiello

Pubblicato in data: 24/1/2019 alle ore:10:30 • Categoria: CulturaStampa Articolo

Da cacciatori a prede. Un passaggio che si è consumato in questa (post)moderna società dell’informazione: se prima eravamo noi ad “andare a caccia” nel mare magnum delle notizie locali, nazionali e internazionali, cercando quelle più congeniali ai nostri interessi, ora sono le notizie a scovare noi, piombandoci addosso in qualsiasi posto e momento (specie tramite i social network). Ed è proprio in questo processo ormai invertito che il ruolo dei giornalisti assume un’importanza crescente: il folto esercito delle snack (e spesso fake) news può essere respinto (o quantomeno rallentato nel proprio incedere) solo da professionisti appassionati, competenti, pronti a controllare le fonti e approfondire le tematiche ma, soprattutto, innamorati della verità. Già, la verità, quella che vi farà liberi (Gv 8, 32), che Papa Francesco scelse – non a caso – come tema della 52esima Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, e che ha sempre guidato la vita e la missione apostolica del Santo di oggi, Francesco di Sales, patrono proprio dei giornalisti. I suoi volantini, manifesti (o, forse meglio, flyer) raggiunsero tutti, anche i fedeli più lontani. Riuscirci a quel tempo era una impresa, nel villaggio globale di oggi è un gioco da ragazzi, ma anche una responsabilità: il seminatore che esce a seminare deve fare attenzione sia a ciò che semina sia ai luoghi della semina, perché c’è sempre qualcuno in agguato (gli uccelli, le rocce, il sole, le spine). Sono i pro e i contro della comunicazione disseminativa: per orientarvi – come i Re Magi di qualche settimana fa – seguite la stella di Gesù Cristo, seguite la verità. Buona festa a tutti dal Vescovo Arturo.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento