alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, la regione rinnova l’invito: “No assembramenti, il virus è ancora presente” Coronavirus, 92 le vittime registrate in un giorno e solo 300 nuovi positivi Pentecoste, il 31 maggio Messa di ringraziamento per l’emergenza Coronavirus a Montevergine: invitati cittadini e famiglie colpiti dal virus Montervergine, riaperto ieri il Museo Abbaziale: intervista al direttore Don Giovanni Maria Gargiulo Funicolare, da domenica prossima riprendono le corse verso il Santuario Coronavirus, sono due i contagiati in Irpinia: sono di Ariano. I contagiati salgono a 532 Coronavirus, forte calo delle vittime registrate nelle 24 ore: 50 in tutto “Il Sindaco risponde”, la nuova rubrica di MercoglianoNews Giovani e Movida, l’appello del governatore De Luca: “Bisogna abituarsi all’idea che nulla tornerà come prima” Torelli, spari contro un auto: ferito un giovane. Indaga la Polizia

Fumogeni e striscioni ai funerali di Antonio Dello Russo: «Vogliamo giustizia»

Pubblicato in data: 21/1/2019 alle ore:12:43 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Fumogeni e striscioni sabato pomeriggio ai funerali di Antonio Dello Russo, il 40enne morto nel corso di un inseguimento per sfuggire ad un posto di blocco dei carabinieri. L’uomo è morto schiantandosi contro un albero nei pressi del bivio per Taurano dopo essere stato colpito, alla gamba e al gomito destro, da due proiettili sparati dai militari. Amici e familiari alle esequie hanno chiesto verità sulla vicenda. Una chiesa gremita quella dell’Annunziata e San Gugliemo per l’ultimo addio. Dolore e lacrime ovunque. Ad officiare il rito funebre il parroco don Vitaliano Della Sala che ha chiesto dai microfoni di Telenostra:” quello che chiedono i familiari di Antonio è la verità e penso sia doveroso per tutti noi non solo richiederla ma fare di tutto per ottenerla. Resta il dolore e lo strazio di questa famiglia e l’unica cosa che dobbiamo fare è stringerci intorno a loro per non farli sentire soli”.

Questa mattina i familiari di Antonio Dello Russo, affiancati dall’avvocato Fabio Tulimiero, hanno deciso di presentare, oltre all’inchiesta avviata dalla Procura di Avellino ed affidata al sostituto procuratore Lorenza Recano, anche una denuncia presso gli uffici di Piazzale De Marsico. Una iniziativa per far emergere altri spunti investigativi e fare piena luce sul perché siano stati esplosi dei colpi d’arma da fuoco che hanno attinto Antonio, così come emerso in maniera ufficiosa dai primi risultati dell’autopsia, prima che la sua vettura si schiantasse violentemente contro un albero.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento