alpadesa
  
Flash news:   US Avellino, ufficiale: esonerato mister Capuano Coronavirus, a Moschiano effettuati dall’Asl 76 tamponi: uno il positivo Piscina Comunale, la riapertura slitta a settembre. Il timore del Covid ferma le iscrizioni “C’era una volta…“ l’addio al grande compositore Ennio Morricone nei versi di Gabriele De Masi Mercogliano pronta ad abbracciare il piccolo Ascanio: venerdi visita al Santuario di Montevergine e accoglienza in comune Coronavirus, tornano i contagi in Irpinia: ben otto nuovi casi nel Serinese Mercogliano, la storica tabaccheria “Di Nardo” riapre e ritorna nella sua sede rinnova in via Nazionale: oggi l’inaugurazione Irpiniambiente, riparato il guasto allo Stir: da stasera riprende la raccolta dell’indifferenziato Lavori Pubblici, via libera in Giunta per i lavori di messa in sicurezza ed efficientamento energetico a Torelli Rapina al portavalori nel quartiere di Valle, malviventi in fuga verso Mercogliano

Inquinamento ambientale: convoca sindaci, Arpac e Asl in Prefettura

Pubblicato in data: 31/1/2019 alle ore:11:01 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Il Prefetto di Avellino aderendo a specifica richiesta del Commissario Straordinario del Comune di Avellino, ha indetto una riunione presso la Prefettura per il giorno martedì 5 febbraio al fine, di esaminare la problematica inerente l’inquinamento ambientale sul territorio del Comune di Avellino e dei Comuni limitrofi.

All’incontro sono stati invitati a partecipare oltre al Commissario Straordinario del Comune di Avellino, i Sindaci dei Comuni limitrofi, il Commissario Regionale dell’ARPAC e il Direttore Generale dell’ASL di Avellino.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento