alpadesa
  
Flash news:   Rissa a Capocastello, torna il sereno tra il sindaco e l’associazione “Comunità Accogliente”. D’Alessio: ” Nelle abitazioni a Capocastello riscontrate situazioni indecenti “ Coronavirus, negativi i primi diciotto tamponi in Irpinia “Mercogliano Servizi”, parte l’era del nuovo CdA targato Scibelli: “Siamo molto motivati e fiduciosi. I parcometri saranno una risorsa per la città” Coronavirus, chiusura straordinaria delle scuole in Campania per tre giorni Coronavirus, tampone positivo in Campania L’Avellino vince il derby con la Paganese Piscina Comunale, predisposta la chiusura venerdì 28 febbraio per disinfettazione della struttura Risse tra extracomunitari: domani conferenza stampa congiunta del sindaco di Mercogliano e di Comunità Accogliente Us Avellino, il presidente Izzo: “pronto a restare con D’Agostino o a cedere le mie quote” A Capocastello intitolata la piazza del borgo alla Zeza di Mercogliano. Foto

L’Avellino ritrova la vittoria nell’Epifania

Pubblicato in data: 6/1/2019 alle ore:19:02 • Categoria: Avellino calcioStampa Articolo

“Sapevamo che sarebbe stato un girone di ritorno complesso, con le squadre che ad Avellino si chiudono e rendono difficile per noi creare occasioni”. Cosi ha esordito mister Giovanni Bucaro in conferenza stampa, dopo che l’Avellino si è imposto per 2 reti a 0 contro il Ladispoli. Tutte nel secondo tempo le marcature dei padroni di casa. “Le mie sostituzioni – ha commentato Bucarosono state dettate dalla necessità di cambiare passo dopo un primo tempo cominciato benino ma nel quale ci siamo un po’ addormentati. Ho innalzato la qualità e la squadra è stata brava a concretizzare. I calci piazzati? Sono situazioni che proviamo molto in allenamento e che, soprattutto in partite come questa, possono tornare comodi per sbloccare il risultato”.

“Non è una questione di entrare in corsa o meno – ha continuato il centrocampista Matteo Gerbaudo, autore dei due assist decisivi –ma di farsi trovare sempre pronti, settimana dopo settimana e mettere in difficoltà il mister, ma in senso buono. Siamo noi a dover dimostrare di poter fare la differenza”

Il numero 8 ha parlato del suo ruolo in mezzo al campo: “con Di Paolantonio mi trovo bene, siamo due giocatori con buone qualità di calcio e ci intendiamo. Noi però in campo andiamo in 11 e non possiamo avere preferenze, dobbiamo essere sempre a disposizione del mister ed assecondare le necessità tattiche della squadra. Il secondo goal? Si, potevo calciare – ha concluso – ma ho preferito servire un compagno. Sono sicuramente soddisfatto della prestazione individuale ma quello che contava erano i 3 punti, abbiamo rosicchiato un po’ di margine da chi ci è davanti e dobbiamo continuare così”.

Tabellino

Avellino-Ladispoli 2-0

Marcatori: 7′ st De Vena, 14′ st Morero

Avellino (4-3-3): Lagomarsini; Patrignani (1′ st Omohonria), Morero, Dionisi, Parisi; Matute (1′ st Gerbaudo), Di Paolantonio, Buono; Tompte (1′ st Mentana), De Vena (44′ st Sforzini), Da Dalt (40′ st Ciotola).

A disp.: Longobardi, Falco, Dondoni, Saporito.

All.: Bucaro.

Ladispoli (3-5-2): A. Salvato; G. Salvato, Gallitano, Casavecchia, Leone, Mastrodonato (17′ st Pagliuca); De Fato (25′ st Di Curzio), Tollardo (17′ st Manoni), Sganga, Zucchi (31′ st Manzari); Cardella.

A disp.: Travaglini, Lisari, Maroncelli, Giancecchi, Di Grazia.

All.: Cotroneo.

Arbitro: Costanza di Agrigento.

Assistenti: Camoni e Mangoni di Pistoia.

Ammoniti: 11′ pt Salvato G., 46′ pt Morero, 13′ st Leone, 21′ st Cardella, 38′ st Sganga (gioco scorretto);

Angoli 6-5;

Recuperi: 1′ pt e 5′ st.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento