alpadesa
  
Flash news:   Giornate FAI di primavera, domani la presentazione delle iniziative a Loreto Il Cammino di San Guglielmo, dall’Abbazia di Montevergine il via ai lavori del forum itinerante della terra di mezzo Dolore a Mercogliano per l’improvvisa scomparsa di Giovanni Di Nardo Giovedì ad Avellino la marcia di Libera contro le mafie Lite in famiglia a Mercogliano, donna accoltella il marito Elezioni amministrative, il Meetup di Mercogliano a Capocastello con la deputata Pallini: “in campo con una lista. Lavoro, impegno e volontà alla base della nostra presenza”. FOTO Lacrime, striscione e applausi per Vittorio Salvati. FOTO Vucinic: “ci attende un calendario fitto di impegni” Seconda vittoria consecutiva per la Sidigas: battuta Reggio Emilia. Foto Oggi il giorno del dolore e dell’addio a Vittorio Salvati

Dramma a Torino, il magistrato dispone l’autopsia di Vittorio Salvati. Sabato il ritorno della salma in Irpinia. FOTO

Pubblicato in data: 14/3/2019 alle ore:08:00 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Il suo cuore ha cessato di battere a Torino all’improvviso, dopo la gioia di aver assistito con il figlioletto alla “remuntada” juventina in Champions. Un infarto fulminante al ritorno dallo Juventus Stadium ha sottratto per sempre ai suoi familiari ed amici il giovane commercialista avellinese Vittorio Salvati. Un infarto che l’ha colto in albergo, nel dopo gara della vittoria della Signora. Una tragedia consumatasi in pochi attimi dinanzi agli occhi increduli del piccolo figlio di appena undici anni, che nulla ha potuto per strapparlo alla morte.
Il giovane professionista 42enne, tifosissimo della Juve ma anche dell’Avellino, aveva trasmesso la sua grande passione per il calcio al figlio. Con lui e altri amici condivideva le gare di calcio, seguendo le gesta di Ronaldo e compagni in ogni parte. Non era mancato quindici giorni fa sugli spalti di Madrid a sostenere la Signora nella gara d’andata di Champions. E l’altra sera, sempre insieme al figlio, non ha voluto mancare a Torino alla rimonta trascinata dalla tripletta di CR7.
Già durante la gara Vittorio aveva però avvertito dei dolori al braccio tanto che il figlio lo aveva esortato a lasciare lo stadio per farsi controllare. Ma Vittorio non ha voluto, da vero tifoso juventino non voleva perdersi neanche un secondo di quella vittoria. Mai avrebbe immaginato che un destino crudele lo stava attendendo però. Dopo i festeggiamenti sugli spalti per la qualificazione ai quarti, Vittorio con il figlio, prima di ritornare in albergo, sono andati a mangiare un panino. Ma di lì a poco la tragedia inattesa che ha lasciato sotto choc e interdetti le comunità di Mercogliano, dove Vittorio viveva a Torrette, poco lontano dall’anziana madre, Atripalda, dove aveva tanti amici che lo piangono e per molti anni aveva gestito uno studio commerciale, professione ereditata dal padre, scomparso molto tempo prima, ed infine Avellino dove da anni lavorava.      
Era partito in treno martedì mattina alla volta di Torino con il figlio piccolo per assistere agli ottavi di finale tra i bianconeri e i madrileni dell’Atletico. Di ritorno in albergo, si è sentito male perdendo i sensi. Attimi di paura. Il figlio che prova a capire che sta succedendo chiede subito aiuto, lanciando l’allarme in albergo. Subito sono scattati i soccorsi. Sul posto in pochi minuti è giunto il personale specializzato del 118 che ha tentato di rianimare il giovane, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare per lui. Il corpo esanime è stato trasferito presso l’ospedale di Torino, in attesa dell’autopsia disposta dal magistrato di turno del Tribunale torinese che sarà effettuata tra oggi e domani. L’esame autoptico dovrà accertare le cause del decesso.
Dolore, sconcerto e incredulità ieri mattina a Mercogliano, Atripalda e Avellino non appena si è diffusa la notizia. Vittorio viveva a Torrette con il figlio poco distante da casa della madre. La sorella, trasferitasi a Barcellona, è partita ieri in aereo alla volta di Torino. Anche l’ex moglie, originaria del Brasile, è in volo per raggiungere il piccolo che è rimasto sotto choc in ospedale. Alla volta di Torino è partita anche l’onoranze funebri “Giordano-Benevento” che solo nella giornata di sabato rientrerà in Irpinia con la salma, per consentire ai familiari lo svolgimento del rito funebre.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento