alpadesa
  
Flash news:   Incendio a Notre Dame, il messaggio della Pro Loco Mercogliano: “Se si perde la Storia perdiamo anche noi” Consiglio Comunale, l’assessore Di Nardo si congeda e attacca: “I miei ideali diversi dagli amministratori in carica” LND, il presidente Cosimo Sibilia in udienza da Papa Francesco Via Crucis a Mercogliano nel ricordo di Stefano Cucchi Calcio, gare sospese con il Manocalzati e Carotenuto e sconfitta a tavolino I lupi non mollano e battono il Budoni sul finale. Foto Esordio amaro per coach Maffezzoli Quarta sconfitta di fila per la Sidigas Scandone Al via domani mattina i riti della Settimana Santa all’Abbazia di Montevergine Incidente sull’A16 tra due veicoli, cinque feriti e code all’altezza di Mercogliano

Il Cammino di San Guglielmo, dall’Abbazia di Montevergine il via ai lavori del forum itinerante della terra di mezzo

Pubblicato in data: 20/3/2019 alle ore:11:07 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Tre giorni per coinvolgere Istituzioni, operatori del settore, associazioni, territori intorno ad una visione. Un Forum itinerante che partirà dal Santuario di Montevergine il 22 marzo, passerà per Chiusano San Domenico il 23 e si fermerà all’Abbazia del Goleto domenica 24, declinandosi in 6 tavoli tematici a cui possono iscriversi tutti quelli che hanno a cuore la creazione del Cammino di San Guglielmo, prima offerta turistica partecipata dell’Irpinia.

Venerdì 22 marzo, alle ore 11, dalla Sala del Capitolo dell’Abbazia di Montevergine, prenderà il via il Forum itinerante della Terra di Mezzo, un percorso immaginato e organizzato dall’associazione «Irpinia Mood» e sostenuto e promosso dal Gal AISL e Irpinia Sannio Cilsi.

Fare gli onori di casa spetterà a sua eccellenza Dom Riccardo Luca Guariglia abate di Montevergine che sarà accompagnato dal vescovo di Avellino monsignor Arturo Aiello e dall’arcivescovo di Sant’Angelo de Lombardi – Conza – Nusco – Bisaccia monsignor Pasquale Cascio.

Alla presentazione del Forum itinerante della Terra di Mezzo interverranno Corrado Matera, assessore allo Sviluppo e Promozione del Turismo della Regione Campania, Domenico Biancardi, presidente della Provincia di Avellino e Giuseppe Bruno, presidente di Confindustria Avellino.

A raccontare l’iniziativa, che si dipanerà tra l’Abbazia di Montevergine, il palazzo Carafa di Chiusano San Domenico e l’Abbazia del Goleto a Sant’Angelo dei Lombardi dal 22 al 24 marzo, ci penseranno Alessandro Graziano, presidente dell’associazione «Irpinia Mood», Angela Cresta, ricercatrice del Dipartimento di Diritto, Economia, Management e Metodi Quantitativi all’Università del Sannio e coordinatrice del Forum, Rino Buonopane e Mario Salzarulo, rispettivamente presidente e coordinatore del Gal AISL – Irpinia Sannio Cilsi.

Saranno loro ad illustrare le altre due tappe del Forum.

Quella di sabato 23 marzo, che partirà da Palazzo Carafa a Chiusano San Domenico alle ore 10 con l’incontro in plenaria con tutti gli intervenuti e l’introduzione ai Focus group del Forum e proseguirà alle 11 con i lavori dei tavoli tematici declinati in:

 

– Mobilità sostenibile, Cammini e Turismo rurale

– Filiere e sistemi produttivi locali

– Valorizzazione e gestione delle risorse ambientali e paesaggistiche

– Cultural heritage e valorizzazione turistica

– Digital marketing e storytelling

– Accoglienza e ricettività diffusa

 

E la giornata conclusiva di domenica 24 marzo, quando dall’Abbazia del Goleto a Sant’Angelo dei Lombardi, si tireranno le somme del Forum itinerante della Terra di Mezzo e insieme alle Istituzioni politiche e religiose, i tour operator/agenzie di viaggio, verranno presentati i risultati emersi dai lavori dei tavoli tematici del sabato.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento