alpadesa
  
Flash news:   M5S raccoglie firme a Mercogliano per l’installazione di centraline Oggi 24 gennaio si festeggia San Francesco di Sales patrono dei giornalisti Incidente sotto la galleria del Monte Pergola: due feriti Capocastello, approvato studio di fattibilità per la messa in sicurezza del borgo A Catania lupi sconfitti per 3-1 Vittoria in trasferta per la Scandone: battuta per 71-82 la Stella Azzurra Roma “Mercogliano Cardioprotetta”, lunedì la presentazione del progetto nell’aula consiliare Autovelox, psicosi tra gli automobilisti per le nuove postazioni lungo il Raccordo e ricorsi per quello della Variante Avellino: raggiunto l’accordo con il centrocampista Nicolas Izzillo Tutto pronto per la Candelora 2020

Amministrative 2019, la nota di Campo Aperto: ”otto mesi di inutili incontri”

Pubblicato in data: 28/4/2019 alle ore:22:26 • Categoria: PoliticaStampa Articolo

Abbiamo sempre creduto fin dall’inizio che la città di Mercogliano avrebbe dovuto, in questa tornata elettorale, vivere un rinascimento necessario ed al quanto urgente. Per questo motivo abbiamo voluto impegnarci come gruppo e come cittadini liberi nelle consultazioni pre-elettorali, immaginando, nostro malgrado, di mettere insieme competenze, personalità e professionalità qualificate alla rinascita della città ed al delicato momento storico che ci costringeva ad affrontare le elezioni con grande pragmatismo e con altrettanto spirito di cambiamento. Il nostro intento fin da subito è stato quello di mettere in moto un processo democratico, dove uomini e donne, associazioni e uomini di partiti, gruppi informali ed opinion leaders trovassero una quadratura intorno ad un solo obbiettivo, costruire un fronte della discontinuità, cambiando radicalmente il metodo di scelta della classe dirigente, aprendo necessariamente alle nuove generazioni ed ai nuovi protagonisti della scena sociale-culturale-politica, ma soprattutto con nuovi nomi, fuori dagli schemi già visti, dove le solite famiglie continuano a contendersi il potere cittadino. Quella che vi riportiamo non è la nostra versione dei fatti ma è la realtà delle cose così come si sono andate a formalizzare durante tutti questi mesi.

Settembre 2018: Sandro Criscitiello chiama tutti a raccolta per costituire un fronte comune in alternativa all’amministrazione Carullo. Dopo vari incontri che vedevano l’abbandono di alcuni gruppi, col passare del tempo si arriva a dicembre. Non condividendone i metodi, nasce a questo punto CampoAperto che aveva come obbiettivo quello di partire dal basso per ricucire il tessuto sociale mercoglianese e da questo creare una alternativa valida e condivisa per amministrare Mercogliano. Si parte così a Dicembre e a Gennaio con le prime due iniziative pubbliche aventi ad oggetto il campo sportivo ed il teatro comunale dopodiché, ingenuamente ci facciamo risucchiare nel vortice dei tavoli e lasciamo colpevolmente vuote le piazze e le strade. Da Febbraio in poi si inizia a parlare della composizione della lista e mai di contenuti e in questo campo si sa, i politici o comunque chi ha avuto a che fare con la politica a Mercogliano, ci sguazzano. Abbiamo avuto a che fare con gruppi che mettevano a disposizione il loro pacchetto voti con il ricatto di votarci contro se il progetto non fosse piaciuto, abbiamo avuto a che fare con chi voleva unicamente imporre la figura del candidato a sindaco, abbiamo avuto a che fare con gruppi di persone creati fittiziamente che alla fine non rappresentavano nulla, abbiamo avuto a che fare con chi alla fine dei giochi non ha proposto nulla, abbiamo avuto a che fare con alcuni cittadini che non ci hanno realmente sostenuto forse anche per colpe nostre ed infine, abbiamo avuto a che fare con 3 dei 5 consiglieri di opposizione. Pensavamo di confrontarci con persone che volevano il bene di Mercogliano esattamente come noi ma, fatta eccezione per qualcuno, ci sbagliavamo. Infatti, avevamo trovato anche una prima sintesi di candidato a sindaco circa 3 mesi fa ma anziché essere propositivi qualche gruppo del tavolo che alla fine di è rivelato inconcludente o addirittura ad oggi risulta candidato nella lista di Modestino Gesualdo ha solo posto motivazioni varie di diniego e non proposte reali e concrete. Fino all’ultimo giorno abbiamo tentato un dialogo anche con chi poi una lista l’ha presentata ma ad un certo punto ha abbandonato i tavoli della discussione senza motivo alcuno. A seguito di questo abbandono nei mesi di Marzo e Aprile sono seguiti vari appelli pubblici con apertura massima al dialogo ed al confronto da parte nostra che non hanno avuto nessuna risposta. A circa 15 giorni dalla presentazione delle liste e quando alcuni dei gruppi di persone sopra menzionati si era già posizionato in schieramenti politici avversi viene proposta la persona di Alessandro Graziano da un altro gruppo come sintesi di tutti gruppi che erano rimasti a comporre il tavolo. Anche Graziano, con pieno mandato, cerca fino all’ultimo giorno una mediazione ed una trattativa per conto dei vari gruppi con il gruppo di Vittorio D’Alessio. L’ultimo tentativo di trattativa si conclude male come tutti ben sanno. D’Alessio non accetta la proposta di unire le due fazioni aventi lo stesso obbiettivo perché 6 candidati rappresentanti dei vari gruppi erano troppi per un inserimento in una lista unica che avrebbe visto D’Alessio come candidato a sindaco. Come ci risveglieremo il 27 maggio lo sapremo fra un mese. Non ci resta che fare un grande in bocca al lupo a tutti i candidati delle 3 liste in campo e sperare che il vincitore possa fare solo il bene di Mercogliano. CampoAperto finisce qui in quanto la mission era quella di mettere tutti insieme per il bene comune. Non ci siamo riusciti per varie ragioni ma i componenti del gruppo continueranno ad impegnarsi per il territorio mercoglianese ancora più di prima. Ne sentiamo il bisogno e la necessità e non possiamo restare a guardare. La nostra unica certezza è che mentre tutte queste figure sopracitate le vedrete tra cinque anni, il nostro impegno e la nostra presenza sul territorio continuerà ad essere costante. La nostra passione per la città non ha mai conosciuto picchi quinquennali!

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento