alpadesa
  
sabato 16 novembre 2019
Flash news:   Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Denunciato titolare di un’impresa edile di Mercogliano ritenuto responsabile di Gestione illecita di rifiuti provenienti da demolizioni e costruzioni Domani 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino Si è sciolto il Direttivo della Curva Sud Avellino Al via la vendita dei biglietti per Avellino-Potenza

Amministrative 2019, Assunta Napolitano (Noi per Mercogliano): “Mi ricandido con una squadra rinnovata per continuare un progetto”

Pubblicato in data: 11/5/2019 alle ore:10:57 • Categoria: Attualità, PoliticaStampa Articolo

Assunta Napolitano, assessore uscente al contenzioso e ufficio legale, si ricandida al fianco di Modestino Gesualdo nella lista “Noi per Mercogliano” per portare avanti un progetto iniziato 5 anni fa con l’elezione con l’amministrazione Carullo. Spiega così l’avvocato i motivi della sua ricandidatura: “con molta sincerità penso che la mia candidatura fosse doverosa perchè un mandato non è sufficiente per raccogliere i frutti del proprio operato. Essendo stata la mia prima esperienza i primi tre anni sono serviti da rodaggio per capire le dinamiche e come funzionava la macchina amministrativa e imparare a lavorare in sinergia con i dipendenti comunali, i membri della giunta e tutti i consiglieri. Poi gli ultimi due anni sono stati un pò più semplici anche perchè ho imparato a conoscere meglio il territorio e le sue criticità sopratutto della parte alta di Mercogliano. La mia ricandidatura è per continuare un progetto fermo restando che se mi dovessi rendere conto che non riuscissi a dare al paese quello che merita farei un passo indietro perchè rimane sempre un impegno civico e non politico. Io ho sempre la mia professione, la mia famiglia, i miei interessi. Non vivo di politica, per me è una passione che va esercitata sempre nel rispetto della gente sia di chi ci ha votato e chi non lo ha fatto. Una volta eletti dobbiamo essere gli amministratori di tutto il popolo”.

Per quanto riguarda i 5 anni precedenti l’assessore Napolitano pone l’accento sulle infrastrutture realizzate ed evidenzia anche le cose in cui si poteva fare meglio:  “io stando nella squadra dal 2014 molte cose le ho eredidate. I nostri punti forti sono state le infrastrutture che sono fondamentali per il buon funzionamento della città e un paese: realizzazione del polo scolastico a via Matteotti, la riqualificazione della zona relativa alle case popolari, la realizzazione della villetta, le rotonde necessarie per l’incolumità pubblica e lo snellimento del traffico, riqualificazione dell’area vicino al cimitero (ex mattatoio) che prima era zona di scarico e di rifiuti ora è diventato il luogo dove ci sono gli uffici del settore sociale , del piano di zona, dove ci sono varie associazioni che svolgono funzioni importanti sul territorio da un punto di vista sociale. Abbiamo completato l’ex guardia medica a Capocastello, dove è stato realizzato un centro polifunzionale. E qui dopo ben 25 anni l’associazione Castellarte ha avuto in una sua sede su mio volere e appoggio di tutta la maggioranza perchè l’associazione ha sempre portato lustro sul nostro territorio. Ammetto però che siamo stati un po’ carenti sotto l’aspetto del turismo, per quanto riguarda la comunicazione perchè non siamo stati bravi a pubblicizzare le nostre opere. La critica costruttiva ci deve essere laddove c’è un errore perchè non è possibile essere sempre onnipresenti. L’impegno del turismo va portato avanti creando una sinergia con commercianti ed imprenditori perchè senza il loro supporto non andiamo da nessuna parte”.

Poi chiarisce un po’ la situazione relative alle difficoltà registrate per lo svolgimento della manifestazione di Castellarte : “Credo che quando gli amministratori sbagliano debbano assumersi le colpe ma in questo caso l’amministrazione ha fatto di tutto per poter far svolgere la manifestazione. Il problema di Castellarte e di tutte le manifestazioni che avvengono nei piccoli centri storici è un problema di infrastrutture perchè il luogo non garantisce le vie di fuga. Col decreto Gabrieli bisogna contare le persone che entrano e che escono e Castellarte può ospitare mille persone per volta per cui se non usciva qualcuno le altre non potevano entrare all’interno del borgo. Quindi la situazione era complessa e non è dipesa dal comune di Mercogliano purtroppo ci sono stati impedimenti venuti dall’alto. Tutta la compagine comunale ha partecipato ai sopralluoghi fatti per far in modo che i vincoli imposti dal decreto Gabrieli potessero venire superati. Io stessa ho partecipato a più riunioni . A impedire lo svolgimento della manifestazione è stato soprattutto un problema di logistica e viabilità. Io ritengo che Castellarte è la manifestazione che ha fatto conoscere Mercogliano a livello nazionale e internazionale, al pari della Zeza che quando lo ha richiesto ha sempre avuto il contributo economico e nell’ultimo consiglio comunale abbiamo approvato l’intitolazione della piazzetta di Capocastello alla Zeza di Mercogliano“.

Poi c’è l’annosa questiona relativa al campo sportivo, con i lavori bloccati da tempo ma che sono in via di risoluzione: “la questione del campo sportivo è una di quelle note dolenti che io ho ereditato come assessore e purtroppo siamo stati bombardati da vari contenziosi e tengo a precisare che se purtroppo i cittadini fanno causa al comune esso si deve difendere. Ho perso il conto dei contenziosi, tutti vinti ed ora i lavori non sono partiti perchè la gara dell’aggiudicazione dell’appalto è stato fatta ma per un cavillo c’è stato un ricorso al tar, la sospensiva non è stata accolta ma il consiglio di stato ha dato ragione al comune. Poi però questo cavillo è stato portato davanti alla corte europea che si è pronunciata accogliendo quello che era l’orientamento del comune e a breve potremmo restituire il campo sportivo ai cittadini che attendono da tempo”.

Per quanto riguarda il clima della campagna elettorale precisa: “io penso che la chiarezza con le persone sia sempre importante, quello che ci tengo a precisare è che in campagna elettorale bisogna sempre essere corretti cosa che ho chiesto agli amici Vittorio D’Alessio  e  Giuseppe Graziano. La gente ci sta evidenziando delle cose che meritano più attenzione. Torrette è una strada  provinciale e quindi una piccola oasi felice non ci potrà mai essere però l’impegno di renderla più vivvibile c’è, di tutelare di più il verde. Il mio impegno è di poter fare di più questa volta in quanto non avevo io la delega al verde nella scorsa consiliatura, voglio che ci sia un po’ più di attenzione e di pulizia e per questo mi impegnerò in prima persona”.

Poi un ultimo pensiero è per la sua squadra: “La nostra è una  squadra di esperienza che si rinnova. Ci sarà una ventata di innovazione in quanto la squadra è nuova e spero che si riesca a lavorare con la massima chiarezza e la massima trasparenza e tranquillità“.      

   

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento