alpadesa
  
Flash news:   Amdos Mercogliano, nell’assemblea non approvato il bilancio 2019: “Messo finalmente un punto di stop e si va avanti all’insegna del volontariato, solidarietà e grande stima” Coronavirus, nuovi contagi ad Avellino e Atripalda Domani visita in Irpinia per il Ministro Bonetti e il senatore Matteo Renzi Montevergine, al via il taglio dell’erba lungo la strada provinciale 274 “Stai comm’ o’ beato Giulio”: il 10 agosto a guardare le stelle cadenti a Montevergine con il Parco del Partenio Regionali, Castiglione FdI: De Luca sta distruggendo l’agricoltura Irpina Coronavirus, altri 7 casi positivi e 3 guariti in Campania oggi: in totale sono 5.016 Viabilità, ieri notte al via i lavori di segnaletica stradale orizzontale in via Nazionale Unpli Campania, finisce il commissariamento: è l’irpino Tony Lucido il nuovo presidente. Gli auguri della Proloco Mercogliano Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno

La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato

Pubblicato in data: 18/11/2019 alle ore:09:13 • Categoria: Avellino calcioStampa Articolo

Resta ferma a quota 14punti la classifica dell’US Avellino che in trasferta, al “Pinto” di Caserta, viene battuta per 2-0 dai padroni di casa della Casertana. Il derby si tinge quindi di rossoblu, con i falchetti che si tengono in zona playoff a quota 21 punti. Momento di grande vicinanza tra le due tifoserie, unite nel ricordo di Michele, tifoso della Casertana scomparso pochi giorni fa.

I biancoverdi partono fortissimo, portando tutta la pressione nella metà campo di casa. Al 6′ la più grande occasione da goal, con il palo colpito di testa da Charpentier a ridosso dell’area piccola.

L’Avellino insiste, trovandosi di nuovo a tu per tu con Crispino (tiro di Albadoro, parato) ma sulla ripartenza il più lesto di tutti è Origlia: tiro a incrociare che si infrange sul secondo palo, dove arriva Starita per insaccare il vantaggio.  Staritacerca il raddoppio poco prima del quarto d’ora di gioco con un ottimo controllo al limite dell’area, al quale replica DiPaolantonio al 23′ con una conclusione deviata in angolo.

Pochi minuti dopo è Illanes in acrobazia a costringere Crispino all’intervento,  sulla ribattuta arriva Albadoro ma la conclusione è  a lato. Nel recupero della prima frazione, arriva dalla sinistra la sterzata di Aurilia che poi crossa in mezzo per il preciso colpo di testa di Angelo d’Angelo. Si va al riposo sul 2-0. Nella ripresa l’Avellino si fa pericoloso con Laezza e poi prova due volte di testa – Con Zullo ed Alfageme – a riaprire la gara ma alla fine la Casertana non si scompone, assicurandosi la vittoria nel derby ed i tre punti annessi.

“Ha vinto chi è stato aggressivo e cattivo su ogni pallone – ha commentato mister Ezio Capuanoonore alla Casertana che ha fatto di tutto per portarsi i tre punti a casa, con esperienza ed intelligenza. Come contro il Potenza, dopo il palo ci siamo fermati, siamo calati ed abbiamo subito.  I fischi? Siamo l’Avellino, la maglia che indossiamo è pesante e piena di responsabilità: dopo quattro sconfitte in fila sono meritati”.

“Dobbiamo assumerci tutti le nostre responsabilità – continua il difensore Walter Zullo siamo in un momento negativo, ci siamo finiti tutti insieme e ne usciremo tutti insieme. L’unica medicina che conosco è il lavoro”.

Tabellino:

Casertana-Avellino 2-0

Marcatori: 8′ pt Starita, 46′ pt D’Angelo.

Casertana (3-5-2): Crispino; Rainone (33′ pt Paparusso), Silva, Caldore; Longo, D’Angelo, Santoro, Clemente (27′ st Matese), Adamo; Starita, Origlia (34′ st Floro Flores).

A disp.: Zivkovic, Galluzzo, Gonzalez, Zito, Zivkov, Ciriello, Varesanovic, Petito.

All.: Ginestra.

Avellino (3-5-2): Tonti; Illanes, Zullo, Laezza; Celjak (11′ st Silvestri), De Marco, Di Paolantonio, Rossetti (1′ st Njie), Micovschi (23′ st Karic); Albadoro (11′ st Alfageme), Charpentier.

A disp.: Pizzella, Abibi, Palmisano, Morero, Carbonelli, Evangelista.

All.: Capuano.

Arbitro: D’Ascanio di Ancona.

Assistenti: Meocci di Siena e Mariottini di Arezzo.

Ammoniti: 44’pt Albadoro, 15′ st Silvestri (gioco scorretto), 20′ st Adamo, 42′ st Matese (comportamento non regolamentare);

Angoli 1-4;

Recupero: 2′ pt, 5′ st.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento