alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, in Campania sono 120 i positivi oggi: i tamponi sono stati 2.005. In totale i contagiati sono 3.268 Coronavirus, 2 contagi oggi in provincia: a Cervinara e Rotondi. I positivi ora sono 373 Coronavirus, 604 deceduti rispetto a ieri per oltre 17mila morti totali: dimezzati i nuovi positivi e si riducono i ricoveri in terapia intensiva Coronavirus, Biancardi esprime la vicinanza alla comunità di Lauro e a quelle colpite dai decessi Coronavirus, i volontari consegnano le mascherine a Mercogliano Coronavirus, chiuso a Mercogliano dai Carabinieri un negozio per inosservanza delle prescrizioni sanitarie in materia di contenimento della diffusione del Covid-19 Coronavirus, bollettino regionale: i positivi salgono a 3.148 in Campania. In Irpinia altri due contagiati e un morto ad Ariano Coronavirus, sale di nuovo il numero dei deceduti: 636 rispetto a ieri e oltre 16mila dall’inizio Lutto a Mercogliano, scomparsa la madre del Comandante Leo: il cordoglio dell’amministrazione Buoni spesa, ecco gli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa

Maxi truffa alle assicurazioni per falsi incidenti stradali: la mente un avvocato di Mercogliano

Pubblicato in data: 9/1/2020 alle ore:08:43 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Maxi operazione della Polizia contro le truffe alle assicurazioni per falsi incidenti stradali. La Procura della Repubblica di Roma ha dominato una organizzazione criminale dedita alle truffe ai danni delle compagnie assicurative e al fondo di garanzia per le vittime della strada. Nell’operazione impegnati 50 uomini della Polizia Stradale di Roma. Eseguite 10 ordinanze di custodia cautelare peri reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa alle assicurazioni io i e connessi reati contro la fede pubblica e la pubblica amministrazione.I membri dell’organizzazione avevano architettato un sistema per ottenere risarcimenti con falsi incidenti stradali.

Quello che è emerso, dopo circa due anni di indagini, eseguite dai poliziotti del compartimento Polizia stradale per il Lazio e l’Umbria, è stato un vero e proprio sistema tra Napoli e Avellino, volto a trarre ingenti profitti da incidenti stradali mai avvenuti, costruiti ad arte da una organizzazione a delinquere specializzata e ramificata nel territorio campano, che agiva in modo seriale. Mente della truffa, un avvocato di Mercogliano,  C. G. le sue iniziali, del Foro di Avellino che, insieme ad alcuni colleghi, si adoperava per inventare l’ennesimo incidente, costruendo la dinamica e il fascicolo del sinistro, curando i dettagli in ogni singola fase. In pratica i sinistri stradali, mai avvenuti, venivano opportunamente rappresentati come «incidenti con fuga», dove l’ipotetico responsabile era sempre irreperibile. Un meccanismo che agevolava il raggiungimento dell’ingiusto profitto.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento