alpadesa
  
sabato 16 gennaio 2021
Flash news:   Neve in Irpinia: Montevergine ricoperta di bianco Coronavirus, da lunedì 18 gennaio in presenza anche la terza classe della Primaria Coronavirus, altri due contagi a Mercogliano Lotta all’esclusione sociale dei bambini, il Comune di Mercogliano parteciperà all’avviso pubblico “Educare in Comune” Coronavirus, tre nuovi positivi a Mercogliano Coronavirus, un nuovo contagio a Mercogliano Servizi civile, 5 progetti attivi presso il Comune di Mercogliano Coronavirus, altro contagio a Mercogliano Maltempo, cadono pietre in zona Acqua del Pero a Capocastello: intervengono i Vigili del Fuoco Coronavirus, altri due contagi a Mercogliano

Coronavirus, attivo al palazzo Abbaziale di Loreto un banco alimentare a sostegno delle famiglie

Pubblicato in data: 29/3/2020 alle ore:23:49 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

L’emergenza legata al diffondersi dell’epidemia da coronavirus sta facendo emergere numerose criticità a livello globale così come nel nostro territorio. In modo particolare si stanno palesando, ora come non mai, situazioni in cui, in termini di sussistenza, viene a mancare finanche lo stretto necessario. L’Abate Riccardo Luca e la Comunità monastica di Montevergine, con il presente comunicato, intendono ricordare a chiunque ne avesse bisogno e garantendo l’anonimato, che da anni è attivo presso il Palazzo Abbaziale di Loreto in Mercogliano, un banco alimentare a sostegno delle famiglie, degli anziani e di coloro che ne avessero bisogno.
Si ricorda che le date di ritiro della propria busta di generi alimentari sono il MARTEDÌ ed il GIOVEDÌ dalle 10,00 alle 12,00.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento