alpadesa
  
Flash news:   Misericordia del Partenio, domani in comune la cerimonia di ringraziamento ai volontari impegnati per il covid Cimitero comunale, ordinanza del sindaco per il divieto di deporre fiori freschi, piante e corone sulle tombe US Avellino, ufficiale: esonerato mister Capuano Coronavirus, a Moschiano effettuati dall’Asl 76 tamponi: uno il positivo Piscina Comunale, la riapertura slitta a settembre. Il timore del Covid ferma le iscrizioni “C’era una volta…“ l’addio al grande compositore Ennio Morricone nei versi di Gabriele De Masi Mercogliano pronta ad abbracciare il piccolo Ascanio: venerdì visita al Santuario di Montevergine e accoglienza in Comune Coronavirus, tornano i contagi in Irpinia: ben otto nuovi casi nel Serinese Mercogliano, la storica tabaccheria “Di Nardo” riapre e ritorna nella sua sede rinnova in via Nazionale: oggi l’inaugurazione Irpiniambiente, riparato il guasto allo Stir: da stasera riprende la raccolta dell’indifferenziato

Coronavirus, la Festa della Mamma al tempo della pandemia nei versi di Gabriele De Masi

Pubblicato in data: 10/5/2020 alle ore:17:02 • Categoria: CulturaStampa Articolo

Versi che provano a raccontare il nostro tempo, quello dell’emergenza Coronavirus. Tante mamme, le nostre passate e indimenticate. Le figlie, mamme a loro volta, figlie e mamme. E la vita che continua e prova ad andarsene avanti anche tra tante difficoltà contemporanee.

 


Ho portato le mele

 

Ai nipotini ho portato le mele,

scatolette di biscotti, qualche succo,

tutte cose utili per la scuola,

ma, da giorni, non ci vanno,

stanno in cucina , sul divano,

con l’insegnate al tablet,

non li risparmia di compiti,

tanti, da svolgere l’indomani.

Ludovica pianta semi,

Felice mette le posate in tavola,

Matteo importuna entrambi,

Anna Serena, la mamma, lamenta:

“ Mai stata tanto occupata

e, grazie a dio , ho la casa grande.”

Hanno messo al balcone la bandiera,

s’è impigliata nelle funi dei panni,

dimenticata, nessuno la srotola,

sorvolano le rondini in frotta

al nuovo nido al tetto di casa.

Stasera, la luna grande per l’occasione

sarà luce a chi dorme, a chi veglia,

dall’alto dell’olmo sorveglia in tondo,

anche questa primavera. La stessa.

 

                 Gabriele De Masi

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento