alpadesa
  
domenica 01 novembre 2020
Flash news:   Coronavirus, boom di contagi a Mercogliano: 17 nuovi positivi Coronavirus, nuovo record in Italia: sono 31.084 i nuovi contagi Coronavirus, un altro contagio a Mercogliano e 137 nuovi casi in Irpinia Coronavirus, da lunedì in Campania chiudono anche le scuole dell’Infanzia Mercogliano, il sindaco chiude il Cimitero il 31 ottobre, 1 e 2 novembre per evitare assembramenti Coronavirus, il contagio non si ferma: altri 3 casi a Mercogliano. In provincia sono 187 i positivi Tamponi drive-in, l’Asl attiva 5 postazioni fisse in Irpinia Coronavirus, 6 nuovi positivi a Mercogliano e 247 contagi in Irpinia Coronavirus, i nuovi casi in Italia sono 21.994 con i morti che salogono a 221. In Campania nuovo record Coronavirus, un nuovo caso a Mercogliano e 93 in Irpinia

Il colonnello Luigi Bramati nuovo Comandante Provinciale dei Carabinieri di Avellino

Pubblicato in data: 17/9/2020 alle ore:17:37 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Il colonnello Luigi Bramati nuovo Comandante Provinciale dei Carabinieri di AvellinoIl Colonnello Luigi Bramati subentra, come Comandante Provinciale dei Carabinieri di Avellino, al Colonnello Massimo Cagnazzo che dopo quasi tre anni ha lasciato l’Irpinia per assumere l’incarico di Comandante della Scuola Carabinieri di Perfezionamento al Tiro di Roma.

45enne, originario di Roma, il Colonnello Luigi Bramati ha intrapreso la carriera militare nel 1991, frequentando la Scuola Militare “Nunziatella” di Napoli e successivamente i corsi regolari dell’Accademia Militare di Modena e della Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma.

A partire dal 1999, al termine del ciclo di formazione di base, ha prestato servizio presso il 1° Reggimento Carabinieri Paracadutisti “Tuscania”, nel cui ambito ha partecipato, nell’anno 2000, come Comandante di Plotone Carabinieri Paracadutisti, alla missione NATO in Kosovo, per poi assumere il Comando, per quattro anni, dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”, a Vibo Valentia, operante principalmente in Aspromonte.

Successivamente, ha Comandato le Compagnie territoriali dei Carabinieri di Cittaducale (RI) e Olbia (SS), per poi prestare servizio per cinque anni presso la Sala Operativa del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, e successivamente come Capo Sezione nell’Ufficio Piani e Polizia Militare del medesimo Comando Generale.

Nel corso della sua carriera, il Colonnello Bramati ha inoltre maturato una consistente esperienza di servizio all’estero nell’ambito di operazioni internazionali di stabilizzazione, operando, come anzidetto, in Kosovo (anno 2000), e in Iraq (2003 e 2006), ove ha ricoperto incarichi nell’ambito di organismi multinazionali rispettivamente a Bassora (Deputy Provost Marshal della Divisione Multinazionale a guida britannica) e Baghdad (International Police Advisor presso il Civilian Police Assistance and Training Team a guida statunitense).

Dal 2016 al 2019 è stato trasferito negli Stati Uniti d’America, ove ha svolto il ruolo di Addetto Aggiunto per la Difesa e la Cooperazione per la Difesa presso l’Ambasciata d’Italia a Washington, DC, con competenza anche su Canada e Messico.

Prima di essere trasferito al Comando dei Carabinieri della Provincia di Avellino, al rientro dagli Stati Uniti, ha prestato servizio presso il Centro Alti Studi della Difesa, quale tutor dei frequentatori del 22° Corso di Stato Maggiore Interforze (ISSMI).

Il Colonnello Luigi Bramati ha conseguito, nel corso della sua carriera, la laurea in Giurisprudenza (1999), nonché in Scienze Politiche (2003) e in Scienze della Sicurezza Interna ed Esterna (2005). Nel 2015 ha inoltre ottenuto, presso l’Università “Roma Tre”, il Master in Studi Internazionali e Strategico-Militari collegato al 17° Corso dell’Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze (ISSMI), frequentato nello stesso anno accademico.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento