alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, risale il contagio: 194 i positivi in Irpinia, 10 a Mercogliano. Ecco il bollettino dell’Asl Addio a Diego Armando Maradona, il mondo piange l’ex Pibe de Oro “BiblioCare – sano chi legge!”: parte a Mercogliano un progetto di animazione e welfare culturale per promuovere la lettura Coronavirus, altri 4 contagiati a Mercogliano e 61 nuovi positivi in Irpinia “25 novembre – giornata mondiale contro la violenza di genere”, l’appello dei Carabinieri: “trovare sempre il coraggio di denunciare” Coronavirus, fino al 5 dicembre disposta la sospensione delle attività didattiche in presenza delle scuole di Mercogliano Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il comune di Mercogliano si colora di arancione Coronavirus, aggiornamento Asl: 148 i positivi in Irpinia, 3 a Mercogliano 40° anniversario del terremoto, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “Profonda ferita, immensa la volontà e la forza per ripartire” Coronavirus, in Italia superati i 50mila decessi in nove mesi. In Campania 2.158 nuovi contagiati

Coronavirus, cresce il fronte del no alla riapertura delle scuole

Pubblicato in data: 20/11/2020 alle ore:19:18 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

C’è attesa in queste ore per la decisione del governatore Vincenzo De Luca sulla riapertura delle scuole in Campania dal 24 novembre per gli alunni dell’Infanzia e della Primaria. Il Governatore è stato prima criticato per averle chiuse prima di tutti gli altri e ora viene invitato ad evitarne la riapertura.
La protesta per la riapertura in regione portata avanti a Mercogliano anche da tante mamme ha dato vita su Facebook ad un gruppo “Tuteliamo i nostri figli scuole chiuse in Campania” con l’hashtag #24novembrescuolechiuseincampania che in poco tempo ha raccolto l’adesione di oltre 22mila iscritti.
“L’iniziativa del gruppo nasce quasi come un sondaggio fra amici in Campania. Dai 5000 iscritti in poi, le iscrizioni hanno seguito un’impennata quasi del tutto autonoma e spontanea. Pensai ad un’hashtag che ci caratterizzasse nella giungla di internet e che quindi ci collocasse ed identificasse in un tempo, uno spazio ed un pensiero precisi – spiega la promotrice Lia Gialanella -. L’hashtag ha contribuito a rintracciarci e a portare avanti un’idea comune semplice e chiara: non ci sono presupposti per garantire il diritto alla salute e alla vita dei nostri figli e delle nostre famiglie. Il diritto all’istruzione è supportato dalla Dad”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento