alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, risale il contagio: 194 i positivi in Irpinia, 10 a Mercogliano. Ecco il bollettino dell’Asl Addio a Diego Armando Maradona, il mondo piange l’ex Pibe de Oro “BiblioCare – sano chi legge!”: parte a Mercogliano un progetto di animazione e welfare culturale per promuovere la lettura Coronavirus, altri 4 contagiati a Mercogliano e 61 nuovi positivi in Irpinia “25 novembre – giornata mondiale contro la violenza di genere”, l’appello dei Carabinieri: “trovare sempre il coraggio di denunciare” Coronavirus, fino al 5 dicembre disposta la sospensione delle attività didattiche in presenza delle scuole di Mercogliano Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il comune di Mercogliano si colora di arancione Coronavirus, aggiornamento Asl: 148 i positivi in Irpinia, 3 a Mercogliano 40° anniversario del terremoto, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “Profonda ferita, immensa la volontà e la forza per ripartire” Coronavirus, in Italia superati i 50mila decessi in nove mesi. In Campania 2.158 nuovi contagiati

Proteste a Torrette di Mercogliano per l’abbattimento di un marciapiede in via Nazionale: l’ex consigliere comunale Remigio Censullo: “abbiamo formulato proposte migliorative per il tratto interessato”

Pubblicato in data: 21/11/2020 alle ore:21:26 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Proteste a Torrette di Mercogliano per l’abbattimento di un marciapiede in via Nazionale. La segnalazione arriva dall’ex consigliere comunale, l’avvocato Remigio Censullo, che si è fatto portavoce dei residenti della zona: «dal mese di marzo 2020 nel tratto di strada via Nazionale Torrette è stata abbattuta un’opera pubblica – racconta -. Si tratta del marciapiede sito all’altezza di un esercizio commerciale e di un altro probabilmente di prossima apertura. E’ inutile soffermarsi sull’utilità del marciapiede che purtroppo è stato archiviato. Non ci siamo fermati alla denuncia del problema, abbiamo proposto soluzioni con spirito di iniziativa e compostezza. Abbiamo anche chiesto di vederci autorizzati ad eseguire a nostre spese le opere necessarie per il ripristino della sicurezza».
L’ex consigliere comunale tiene a sottolineare come «se è stato autorizzato un solo cittadino ad abbattere un’opera pubblica si può tranquillamente autorizzare un cittadino a metterla in sicurezza. Ad oggi, a distanza di otto mesi, nessun intervento migliorativo della sicurezza è stato posto in essere per questo crediamo che è fondamentale il senso di comunità; tuttavia continuiamo a credere nei poteri della pubblica amministrazione. Ci auguriamo che chi di competenza possa ripristinare la sicurezza».
I pedoni sono costretti a comminare lungo la sede stradale e la corsia di marcia degli autobus con il rischio e pericolo costante che li circonda dalle auto in transito e che li costringe a vivere con una quotidianità problematica. «L’intervento di abbattimento del marciapiede non si può condividere e, in mancanza di ripristino del marciapiede, abbiamo formulato comunque proposte migliorative per il tratto interessato – conclude l’ex consigliere comunale -. Abbiamo infatti presentato al Comune e agli uffici competenti una proposta migliorativa della sicurezza con l’installazione di dispositivi di sicurezza sul tratto comunale e di barriere di protezione per pedoni, richiesta alla quale non è stata data risposta. I costi sono molto contenuti e credo che la soluzione sia praticabile. Inoltre siamo disposti ad eseguirli con nostri mezzi».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento