Flash news:   Il centro sociale di via De Curtis sarà intitolato a Rachele Izzo Riapertura delle scuole: AIR pronta con il pianotrasporti Estate Mercoglianese, il 15 e16 gli ultimi spettacoli: gran finale con Eugenio Bennato Referendum eutanasia legale, il forum dei giovani di Mercogliano organizza una raccolta firme Successo per la Camminata Rosa, la soddisfazione del sindaco di Mercogliano Il Parco del Partenio punta al rilancio dello Storico Osservatorio Meteorologico di Montevergine “Camminata rosa”, l’Air al fianco delle Associazioni Campagna Vaccinale Anti-Covid 19, domenica 12 settembre il camper della salute alla Camminata Rosa Domenica mattina la Settima Camminata Rosa Cerimonia di premiazione domenica del IV concorso “Ai tuoi piedi”

Mercogliano, la minoranza chiede la revoca dell’ordinanza sulla DAD a richiesta

Pubblicato in data: 30/1/2021 alle ore:00:06 • Categoria: PoliticaStampa Articolo

Il gruppo consiliare Noi per Mercogliano chiede al prefetto di Avellino, al sindaco e alla dirigente scolastica la revoca dell’ordinanza n. 7 del 26 gennaio con la quale il primo cittadino Vittorio D’Alessio ha previsto un modello di Didattica Digitale per i richiedenti dal 1 al 13 febbraio.

Nella nota della minoranza, si fa riferimento all’applicazione erronea di quelle ordinanze regionali che prevedono la frequenza scolastica con collegamento online in modalità sincrona per gli alunni in condizioni di fragilità del sistema immunitario.

Il gruppo Noi per Mercogliano ritiene l’ordinanza sindacale “illegittima, immotivata e gravemente lesiva dell’autonomia scolastica”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento