sabato 18 maggio 2024
Flash news:   Domenica cerimonia di chiusura dell’Anno Giubilare Verginiano “Essere Mercogliano” si presenta con Antonio Gesualdo: “città fantasma, noi la faremo rivivere” “Essere Mercogliano” si presenta domani nel luogo tanto caro ai cittadini Domani presentazione della lista “Io Scelgo Mercogliano” “Essere Mercogliano”, la proposta di Gesualdo: “Vorrei confrontarmi con i miei due competitor in un dibattito pubblico” Il Papa ai monaci di Montevergine in udienza “non conformatevi agli stili del mondo“ “Essere Mercogliano” scalda i motori: ecco i nove punti del programma elettorale “Massimiliano Carullo sindaco – Camminiamo Insieme” è la prima lista presentata al Comune Amministrative 2024, presentate tre liste a Mercogliano: contro l’uscente D’Alessio in campo Carullo e Gesualdo “Io Scelgo Mercogliano“ in campo con il gruppo consolidato del sindaco D’Alessio e nuove giovani risorse

Morte Dello Russo, il Pm chiede l’archiviazione per i due Carabinieri: “legittima difesa”

Pubblicato in data: 26/6/2021 alle ore:11:06 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Il Pm della Procura della Repubblica di Avellino, dottoressa Paola Galdo, ha chiesto l’archiviazione dall’accusa di omicidio colposo per i due Carabinieri. Fu legittima difesa secondo la Procura irpina lungo la strada statale 7 Bis, teatro dello schianto mortale di Antonio Dello Russo, 39enne di Mercogliano.

I fatti risalgono alla notte fra il 14 e il 15 gennaio 2019, quando la Fiat Bravo di Dello Russo, nei pressi dello svincolo di Taurano, lungo via Nazionale, si schiantò violentemente contro un albero al termine di un inseguimento, dopo che due Carabinieri, poi indagati per omicidio colposo, avevano esploso dei colpi di pistola, otto in tutto. Secondo i militari, l’auto di Dello Russo non si era fermata ad un posto di blocco. E ora la Procura, dopo le perizie dell’ingegnere Alessandro Lima e del medico legale Elena Piciocchi, ha chiesto la chiusura del caso, scrive oggi Il Mattino.

Il legale della famiglia di Antonio Dello Russo, vittima dell’incidente mortale avvenuto lungo la strada statale 7bis dopo un inseguimento con la gazzella dei carabinieri, il penalista Fabio Tulimiero preannuncia opposizione: “Le immagini parlano chiare, i colpi non furono sparati alle ruote del veicolo,  ma verso Antonio Dello Russi”. I familiari non accettano la ricostruzione emersa dalle indagini preliminari e attendono ancora di sapere cosa sia successo quella notte.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento