alpadesa
  
Flash news:   Non mandano la figlia a scuola: genitori denunciati dai Carabinieri di Mercogliano La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, intervento dei Vigili del Fuoco lungo il viale di San Modestino. Foto Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro

Mercogliano piange la scomparsa di “Titino”, decano dei ristoratori irpini

Pubblicato in data: 8/11/2014 alle ore:13:43 • Categoria: CronacaStampa Articolo

in_pieno_centro_di_mercogliano_nella_piazza_del_rinomato_ristorante_titino_e_a_soli_50_metri_dal_via_100561064417688980Mercogliano si è svegliata nel dolore questa mattina per la scomparsa di Nunziante Leo, da tutti conosciuto con il nome di Titino, decano dei ristoratori mercoglianesi. Titino era malato da tempo e questa mattina il suo cuore ha cessato di battere all’età di 74 anni. Appena giunta la notizia c’è stato grande sgomento in città visto che ha rappresentato un pezzo di storia non solo per la cittadina alle falde del monte Partenio ma per l’Irpinia tutta. Un uomo disponibile verso il prossimo, si è speso sempre per dar lustro alla propria terra. E’ stato anche dirigente dell’Us Avellino nel periodo della cavalcata in serie A con il commendatore Sibilia, scomparso anche lui pochi giorni fa.
Nello storico ristorante in via Ramiro Marcone si sono fermati numerosi personaggi famosi sia dello spettacolo che dello sport, tappa fissa ed obbligata per chi saliva al Santuario di Montevergine. Titino viene a mancare dopo la scomparsa del commendatore Sibilia.
Mercogliano e l’Irpinia tutta perdono in una sola settimana due pezzi di storia. I funerali si terranno domani muovendo da via Don Gennaro e proseguendo verso la Chiesa di San Modestino.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento