alpadesa
  
Flash news:   Non mandano la figlia a scuola: genitori denunciati dai Carabinieri di Mercogliano La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, intervento dei Vigili del Fuoco lungo il viale di San Modestino. Foto Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro

Rimonta fallita per la Sidigas, ai quarti di Champions va Venezia. FOTO

Pubblicato in data: 10/3/2017 alle ore:07:52 • Categoria: Avellino BasketStampa Articolo

Non riesce l’impresa alla Sidigas Avellino, che deve salutare l’Europa. Vince Venezia con il punteggio di 68-72. La squadra irpina, dopo una gara all’inseguimento, esce alla distanza non riuscendo a ribaltare la differenza canestri.

Parte forte Venezia con i canestri di Peric e Ortner. Dopo una schiacciata di Peric, Avellino si sblocca grazie ad un canestro da tre di Leunen (3-6). Thomas segna con il suo classico movimento all’indietro, ma Venezia va a segno con il solito Peric dalla lunga distanza. Si sblocca anche Logan da dentro l’area, mentre Fesenko dopo un rimbalzo offensivo appoggia al vetro (9-9). Ancora Fesenko da dentro l’area, ma gli ospiti piazzano un break di 5-0 con Hagins ed Ejim, subito fermato dal 2+1 di Thomas (14-16). Il quarto si chiude con Venezia che trova canestri facili dalla lunetta con Bramos e McGee, mentre sulla sirena è Haynes a segnare da dentro l’area (14-21).

Nei primi minuti del secondo quarto si segna poco, è McGee a sbloccare prima con una tripla e poi dalla lunetta (14-25). Fesenko scuote i suoi prima con la schiacciata e poi facendo 1/2 dalla lunetta (17-27). Avellino inizia a difendere forte e Randolph e Logan costruiscono un mini parziale (23-30). Ress segna dai 6,75 ma è ancora la Sidigas con Fesenko e Randolph a piazzare i punti che costringono De Raffaele al time out (27-33). La Reyer a segno due volte con Haynes e il quarto si chiude con gli ospiti avanti (27-40).

Si ricomincia con Haynes che subito piazza la tripla, Thomas si mette in proprio segnando 5 punti consecutivi e Ragland dalla lunetta fa 1/2, sul rimbalzo si avventa Fesenko servendo Ragland che segna in penetrazione (35-43). Sacripanti abbassa il quintetto e Ragland e Randolph subito vanno a segno dalla lunetta, dall’altro lato Venezia trova punti facili dalla lunetta con Peric ed Ejim (39-48). Peric fa 0/2, Thomas ne mette due da dentro l’area, Ragland segna in penetrazione e Zerini da tre (46-53). Ress segna da tre, lo stesso fa Logan e la Sidigas si riporta sotto (49-56).

Bramos segna in penetrazione, Randolph fa 2/2 dalla lunetta. Logan segna in contropiede, subito dopo ruba palla a Filloy e va a schiacciare costringendo De Raffaele al time out (55-59). Filloy segna dalla lunga distanza, ma Fesenko segna da dentro l’area mentre Randolph segna in penetrazione. Logan realizza dai sei metri e la Sidigas si riporta a -1 (61-62). Ejim fa 2/2, Randolph 1/2 ma subito dopo si prende un piazzato (64-66). Il numero 20 ancora dalla lunetta realizza un libero su due, mentre Haynes inchioda la schiacciata. (65-68). Logan fa bottino pieno dalla lunetta mentre Fesenko fa 1/2. Le due squadre vanno ai liberi: Ragland sbaglia mentre Filloy è infallibile (68-70). Haynes mette i punti della staffa (68-72).

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento