Flash news:   Domani il terzo appuntamento del calendario de La Candelora a Montevergine Cerimonia di nomina dei Cavalieri dell’Ordine Pontificio di San Silvestro Papa al Palazzo Abbaziale di Loreto. Foto Presso l’aula consiliare di Mercogliano premiati i vincitori del concorso “Vetrine e balconi di Natale 2022”. Foto Domani il primo evento del calendario de La Candelora a Montevergine Tutto pronto per la Candelora 2023 a Montevergine: sindaco e abate presentano il programma. Foto Vladimir Luxuria conferma la presenza all’edizione 2023 della Candelora: ecco il programma Candelora 2023, conferenza stampa a Mercogliano di presentazione del programma Atto vandalico all’auto del ds De Vito dopo la sconfitta a Messina: il comunicato dell’Us Avellino Torna la neve in Irpinia: temperature in forte calo Omicidio Bembo, il sindaco di Mercogliano D’Alessio: “il dolore non prenda il sopravvento”

Ciccio Millesi si allena ad Avellino con la voglia di rientrare in squadra

Pubblicato in data: 5/11/2010 alle ore:15:00 • Categoria: Avellino calcioStampa Articolo

ciccio-millesiRitorno ad Avellino di Francesco Millesi per gli allenamenti. Il centrocampista, lo scorso anno al Foggia, è ora svincolato da contratto e non nasconte la voglia di rientrare nel team biancoverde per la stagione in corso. Ciccio Millesi ha vestito la maglia dell’U.S. Avellino nella stagione 2003-2004 in serie B con 24 presenze e due reti. Nella stagione 2004-2005 in serie c con 29 presenze e dieci reti e nella stagione 2005-2006 inserie B con 35 presenze e quattro reti. Nell’intervista ha solo parole di elogio e amore per la sua vecchia maglia: «Ad Avellino mi sento a casa. Ringrazio la società che mi sta ospitando per gli allenamenti. La scorsa settimana ero ad allenarmi a Bologna, ma  indossare la maglia dell’Avellino, anche se solo per l’allenamento,  mi dà ancora emozione perché qui è stata la mia rinascita professionale. La città mi ha adottato e sono cresciuto molto sotto l’aspetto calcistico. Domenica ho assistito alla gara contro il Catanzaro con emozione perché fino ad un paio d’anni fa calcavo quell’erba, ieri non è stato facile, ma sono assistere dalla tribuna», queste le parole colme di emozione di Millesi per il suo ritorno in città. «Ho militato in C1 ad Avellino e a quell’epoca dicevo che la C1 era stretta per questa piazza, figuriamoci oggi la C2. Sappiamo che non è la categoria giusta per questa città, per questa tifoseria e per questa società. C’è bisogno dell’aiuto di tutti, stampa, tifosi e squadra, per raggiungere traguardi importanti e meritati. Se domani la società mi offrisse un contratto mi metterebbe con le spalle al muro perché io amo questa maglia. Sono qui per allenarmi, non sono venuto in prova per dimostrare se sto bene o meno». Il calciatore però non esclude un possibile ritorno ufficiale in campo, «Amo questa maglia, chi lo sa che cosa accadrà? In questi anni mi sono formato anche fuori dal campo perché ad Avellino vivo questa esperienza professionale come una famiglia. Lontano dall’Irpinia ho vissuto un’esperienza negativa a livello professionale perché non ho trovato lo stesso calore e ho fatto fatica ad ambientarmi sia nel calcio che fuori. Questa è una piazza importante e i giovani lo devono capire dando tutto per essere orgogliosi di indossare questa maglia. Se dovessi rientrare in squadra darò molto all’Avellino perché sono come una Ferrari in un garage che aspetta di uscire. Da quattro anni non riesco ad esprimermi al meglio per diversi motivi. A Catania non andavo d’accordo con il Direttore, a Salerno mi sono trovato per caso perché mi hanno mandato lì, altrimenti sarei rimasto fermo, a Foggia, invece, sono stato bene». Al momento il giocatore sta valutanto numerose offerte, «Ho ricevuto diverse proposte annuali in Lega Pro che non credo di accettare, meglio aspettare. Per gennaio ho anche due proposte di serie B,  per questo motivo ora mi voglio allenare poi si vedrà. Domenica ho visto una squadra abbastanza organizzata. Un team giovane però facile da gestire per un allenatore. Ma ho visto un Avellino coraggioso e propositivo, insomma, dei veri Lupi».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento