Flash news:   Mercogliano in ricordo di Pasquale Campanello Congresso Pd, la Commissione provinciale approva l’anagrafe degli iscritti: al via le convenzioni di circolo Trent’anni di memoria e impegno quotidiano alla ricerca della verità per Pasquale Campanello Candelora 2023, i ringraziamenti del sindaco Vittorio D’Alessio. Foto Funicolare di Montevergine, pienone di pellegrini per la Candelora. Foto Montevergine, i Vigili del Fuoco con il Gatto delle Nevi per raggiungere la torre della stazione radio base. Foto Strappo nella Giunta D’Alessio: l’assessore Pasquale Ferraro rimette alcune deleghe Candelora2023, il Comune di Mercogliano si tinge dei colori dell’arcobaleno Incontro sinodale nella sala consiliare di Mercogliano L’Avellino a Potenza nel segno del nuovo attaccante Michele Marconi

L’Avellino piega il Carpi e salva Bucaro

Pubblicato in data: 12/10/2011 alle ore:23:37 • Categoria: Avellino calcioStampa Articolo

Dopo due sconfitte consecutive l’Avellino torna a vincere al Partenio, nel turno infrasettimanale.
Una gara  non facile dove il Carpi mette non poche volte in difficoltà i lupi che soffrono molto. Al quinto minuto di gioco Eusepi fa tremare i tifosi cogliendo la parte inferiore della traversa.
Alla prima azione offensiva (11′) però, l’Avellino passa con Thiam che, dopo aver controllato la sfera dal limite, beffa Bastianoni anche grazie ad una deviazione di Cioffi. E’ un buon Avellino, volenteroso ed impreciso come Lasagna che in mezza girata al 24′ impegna l’estremo difensore emiliano. Il Carpi si nota nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo con Cesca che prova i riflessi di Fumagalli (30′). Poco dopo ancora il portiere irpino è attento sulla deviazione di Eusepi. Al 2′ della ripresa Cesca di sinistro: Fumagalli in due tempi blocca. L’Avellino soffre. Il Carpi avanza il baricentro della manovra. Costi cambia tanto, ma fortunatamente gli ospiti non riescono a sfondare. Solo Cioffi su angolo di testa impegna severamente Fumagalli (37′). L’Avellino spreca qualche contropiede, ma stringendo i denti riesce a vincere un delicato confronto diretto in chiave salvezza.
A fine gara mister Giovanni Bucaro commenta così la vittoria: “Oggi era difficile. Chi non ha fatto questo mestiere non può capire le tensione che ci possono essere. Avevamo in campo sei-sette under. Il gioco non c’è stato ne dalla nostra, ne dall’altra parte. Nel primo tempo abbiamo sfiorato anche il raddoppio. E’ una vittoria importante perché dà morale. Il gioco arriverà: ci vuole un po’ di convinzione. Dopo due sconfitte, c’era un po’ di timore. Se facciamo risultato ed acquistiamo fiducia nei nostri mezzi, possiamo far divertire anche la gente. Hanno sofferto e lottato. Sono contento per questi motivi. Voglio gente che lotta. Contano le motivazioni: sono quelle che fanno la differenza“.
 

AS AVELLINO 1912(4-4-2): Fumagalli; Labriola (32′ st Calvarese), Porcaro, Cardinale, Stigliano; Falzerano, Citro (1′ st Ricci), Malaccari, Millesi; Lasagna, Thiam (15′ st Zigoni). A disp.: Fortunato, Zappacosta, Herrera, De Angelis. All.: Bucaro.

CARPI
(4-4-2): Bastianoni; Laurini, Cioffi, De Paola, Lorusso; Concas (12′ st Perini), Sogus, Memushaj (36′ st Di Gaudio), Pasciuti (12′ st Potenza); Cesca, Eusepi. A disp.: Mandrelli, Poli, Marchi, Cenetti. All.: Costi.

ARBITRO: Saia di Palermo. Guardalinee: Favia e Calò.
MARCATORE: 11′ pt Thiam.
AMMONITO: Lorusso (C), Falzerano (A), Stigliano (A), Citro (A).
NOTE: spettatori 1500 circa. Angoli: 9-2 per il Carpi.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento