mercoled� 24 aprile 2024
Flash news:   Il prefetto Spena saluta Avellino: sarà commissario per il recupero dei beni confiscati Il gruppo “Mercogliano Futura” accusa: “24 punti all’odg, D’Alessio e la maggioranza offendono la dignità del Consiglio e dei cittadini” Il Consiglio Comunale conferisce il “Mercurio D’Oro” a dipendenti dell’ente S’infrangono i sogni della Scandone di accedere ai play off promozione Ultimo match di campionato tra Avellino e Crotone: i lupi difendono il secondo posto Al Comando provinciale cerimonia di consegna delle tessere ai nuovi iscritti dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Mercogliano Giro del Mediterraneo in rosa, questo pomeriggio passaggio a Mercogliano I consiglieri Marinelli e Ferraro (Mercogliano Futura): “Ennesima bocciatura per il sindaco D’Alessio” Arresti ex sindaco Festa, ecco la nota della Procura di Avellino Amministrative, gli elettori del seggio n.11 voteranno nel plesso scolastico di Torelli

Carabinieri del gruppo Forestale in azione: diverse denunce anche a Mercogliano

Pubblicato in data: 30/3/2021 alle ore:13:29 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Prosegue l’azione dei Carabinieri del Gruppo Forestale di Avellino, costantemente impiegati in servizi di controllo del territorio finalizzati a garantire sicurezza e rispetto della legalità.

In particolare:

i Carabinieri della Stazione Forestale di Monteforte Irpino, in agro del comune di Avella, durante mirati controlli finalizzati al monitoraggio del gruppo idrico artificiale “Sciminaro”, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino l’amministratore unico di una locale azienda dedita alla produzione di articoli in plastica. All’esito delle verifiche i militari hanno accertato che la ditta non rispettava il limite temporale del deposito dei rifiuti speciali per il successivo trasporto all’impianto di recupero o smaltimento.

Veniva altresì accertato che la ditta produceva reflui assimilabili alle acque domestiche, senza la previstaautorizzazione di immissione in fogna. Per tale violazione è stata elevata una sanzione amministrativa di 12mila euro e nel contempo veniva informato l’Ente competente per l’immediata sospensione dell’attività.

i Carabinieri della Stazione Forestale di Summonte: 
· nell’ambito di attività di repressione della caccia di frodo, hanno proceduto al sequestro di un laccio in acciaio, impiegato comunemente per la cattura di cinghiali, rinvenuto legato ad un albero in località boscata di Monteforte Irpino.

Le indagini esperite unitamente ai Carabinieri Forestali della Stazione di Monteforte Irpino hanno portato all’identificazione del presunto responsabile: si tratta di un anziano di Avellino che è stato deferito in stato di libertà in quanto sospettato di aver esercitato l’attività venatoria in periodo di divieto assoluto e mediante l’utilizzo di mezzi vietati;

· hanno denunciato la titolare di un’azienda zootecnica di Mercogliano ritenuta responsabile di pascolo abusivo: all’esito del controllo i Carabinieri hanno accertato che era stato abusivamente introdotto un gregge all’interno di un fondo privato di Summonte. Nel corso del controllo i militari accertavano altresì anomalie relative all’identificazione ed alla registrazione degli ovini nonché la mancata comunicazione agli organi competenti circa lo spostamento degli animali;
· hanno deferito in stato di libertà due persone ritenute responsabili, a vario titolo, dell’illecita gestione di rifiuti: presso un impianto utilizzabile esclusivamente per la raccolta di materiale prodotto dalle aziende locali, venivano illecitamente gestiti i rifiuti provenienti da altri comuni;
i Carabinieri della Stazione Forestale di Avellino hanno denunciato 5 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di attività illecita di rifiuti effettuata in agro del Comune di Avellino, all’interno di un’area sottoposta a vincolo paesaggistico: all’esito dell’accertamento i militari operanti hanno appurato l’illecito abbruciamento di circa un metro cubo di materiale cartaceo nonché la gestione di rifiuti speciali e non, in assenza di autorizzazione.

L’area interessata dagli illeciti è stata sottoposta a sequestro;

i Carabinieri della Stazione Forestale di Serino hanno denunciato alla medesima succitata Autorità Giudiziaria l’amministratore unico di un’impresa edile di San Michele di Serino, ritenuto responsabile della realizzazione di due manufatti in assenza di titoli autorizzativi. I due depositi abusivi sono stati sottoposti a sequestro.
Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento