marted� 23 aprile 2024
Flash news:   Il Consiglio Comunale conferisce il “Mercurio D’Oro” a dipendenti dell’ente S’infrangono i sogni della Scandone di accedere ai play off promozione Ultimo match di campionato tra Avellino e Crotone: i lupi difendono il secondo posto Al Comando provinciale cerimonia di consegna delle tessere ai nuovi iscritti dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Mercogliano Giro del Mediterraneo in rosa, questo pomeriggio passaggio a Mercogliano I consiglieri Marinelli e Ferraro (Mercogliano Futura): “Ennesima bocciatura per il sindaco D’Alessio” Arresti ex sindaco Festa, ecco la nota della Procura di Avellino Amministrative, gli elettori del seggio n.11 voteranno nel plesso scolastico di Torelli La Procura dispone gli arresti domiciliari per il sindaco dimissionario di Avellino Venerdì presentazione del progetto di Coordinamento Italiano dell’Itinerario Europeo Delle Farmacie Storiche e degli Orti Officinali

Lesioni personali aggravate, “minacce”, “estorsioni” e “danneggiamento”, i Carabinieri di Mercogliano arrestano due persone

Pubblicato in data: 13/10/2023 alle ore:18:38 • Categoria: CronacaStampa Articolo

I Carabinieri della Compagnia di Avellino hanno dato esecuzione a un’ordinanza di applicazione di misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un 28enne di Summonte e un 50enne di Monteforte Irpino, gravemente indiziati -allo stato delle indagini- di concorso nei reati di “lesioni personali aggravate”, “minacce”, “estorsioni” e “danneggiamento”.
Il provvedimento restrittivo è stato emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Avellino su richiesta della Procura della Repubblica di Avellino, che ha coordinato le attività condotte dai Carabinieri della Stazione di Mercogliano.
L’indagine trae origine da una violenta aggressione avvenuta la notte dello scorso 10 giugno all’interno di un esercizio pubblico di Torrette di Mercogliano, ai danni del titolare e del proprio dipendente.
Nell’occorso, oltre alle lesioni personali, venivano arrecati danni ad attrezzature e apparecchiature presenti nel locale.
L’episodio sarebbe scaturito dal rifiuto da parte del titolare del bar, all’ennesima pretesa dei due indagati di non pagare le consumazioni, ordinate per loro e per i loro occasionali accompagnatori, con conseguenti minacce. Nella circostanza uno di loro avrebbe vantato il suo legame con la “malavita” locale.
All’esito delle perquisizioni eseguite presso le abitazioni degli indagati, i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato un grosso coltello del genere proibito e una modica quantità di hashish.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento