alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, nuovo caso a Mercogliano: 4 in Irpinia. I contagiati salgono a 536 Coronavirus, la Regione rinnova l’invito: “No assembramenti, il virus è ancora presente” Coronavirus, 92 le vittime registrate in un giorno e solo 300 nuovi positivi Pentecoste, il 31 maggio Messa di ringraziamento per l’emergenza Coronavirus a Montevergine: invitati cittadini e famiglie colpiti dal virus Montervergine, riaperto ieri il Museo Abbaziale: intervista al direttore Don Giovanni Maria Gargiulo Funicolare, da domenica prossima riprendono le corse verso il Santuario Coronavirus, sono due i contagiati in Irpinia: sono di Ariano. I contagiati salgono a 532 Coronavirus, forte calo delle vittime registrate nelle 24 ore: 50 in tutto “Il Sindaco risponde”, la nuova rubrica di MercoglianoNews Giovani e Movida, l’appello del governatore De Luca: “Bisogna abituarsi all’idea che nulla tornerà come prima”

Lucia Sbrescia: “Mercogliano in prima linea contro il femminicidio e la violenza sui minori”

Pubblicato in data: 7/12/2013 alle ore:17:37 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Foto_lucia_sbresciaConsentitemi di esprimere la mia personale soddisfazione verso quest’iniziativa della nostra minicipalità che ha un fortissimo valore simbolico, ma anche una particolare valenza sostanziale e che vede il nostro comune costituirsi parte civile nei procedimenti penali per femminicidi e violenza nei confronti dei minori.

In una fase in cui le donne sono sempre più oggetto di violenze è necessario che tutte le istituzioni pubbliche e private, centrali e locali operino al fine di creare una barriera di popolo a difesa dei diritti delle donne.

Ogni giorno si leggono sui giornali notizie raccapriccianti, autentici bollettini di guerra che raccontano di numerosissimi casi di donne lese nella loro dignità, di donne picchiate, sfigurate, uccise.

La cieca violenza di cui sono vittime le donne deve essere arginata con ogni mezzo e in quest’ottica va rivolto un plauso al legislatore che ha acceso i riflettori su questa emergenza sociale.

Come Amministrazione comunale di Mercogliano riteniamo sia doveroso scendere in campo per lanciare un segnale forte di attenzione verso una situazione che è diventata non più tollerabile e che necessita di una serie di misure sia repressive che preventive.

Dobbiamo lavorare sui giovani se vogliamo arginare l’aumento di questo fenomeno, trasmettendo nei ragazzi i valori della solidarietà, della cultura dei diritti, del rispetto degli altri.

Questa è una delle tante volte in cui le differenze tra maggioranza ed opposizione non devono prendere il sopravvento. E’ una delle volte in cui è doveroso lavorare uniti per dare un contributo forte verso la costruzione di una barriera sociale a difesa dei diritti delle donne.

In quest’ottica il Comune di Mercogliano nel costituirsi parte civile nei procedimenti penali per femminicidio e atti di violenza nei confronti di donne e minori ha voluto sottolineare con grande determinazione la sua specifica attenzione verso questo grave e dilagante fenomeno.

Stalking,violenza, maltrattamenti sono comportamenti di inaudita barbarie che offendono la collettività e soffocano le aspettative e le ambizioni delle donne che spesso vivono questa situazione come una colpa e come una vergogna, senza denunciare la violenza subita.

Ciò si ripercuote negativamente sulla propria identità e sulla propria autostima.

Il nostro Comune si impegna ogni giorno per promuovere iniziative atte a diffondere la cultura dei valori di solidarietà e di rispetto e per aiutare i piu’ deboli e lo fa attraverso i servizi sociali e offrendo il proprio sostegno verso chi si trova in difficoltà, per difendere e sostenere le donne, i minori e i meno abbienti.

L’anno scorso il comune di Mercogliano ha ricevuto un premio dall’allora ministro per le politiche sociali Giovanardi per aver sviluppato le migliori politiche sociali e per la famiglia in Italia.

Ma il Comune porta avanti queste battaglie di civiltà anche attraverso un impegno che da circa quattro anni ha assunto con le scuole del territorio, mediante incontri con esperti e associazioni; incontri rivolti agli allievi per promuovere la cultura dell’informazione, della prevenzione, della legalita’ e del rispetto.

Come consigliere delegato alla pubblica istruzione sto lavorando unitamente alla dirigente scolastica dott.ssa Oliviero e ad un corpo docente attento e disponibile, per far crescere nei giovani della nostra Citta’ il rispetto dei diritti e in particolare dei diritti delle donne.Dobbiamo rivolgere la nostra attenzione alle giovani generazioni se vogliamo arginare l’aumento di questo fenomeno,trasmettendo nei ragazzi la cultura della solidarietà, della tolleranza, dei diritti e del rispetto degli altri.

Perché siamo convinti che e’ dal basso, dai piu’ piccoli, dalla scuola che occorre partire per uscire da questa forte crisi di valori che attanaglia il nostro tempo . Perché investire nella cultura e nell’educazione diventa l’unica strada per eliminare questi atteggiamenti violenti che attecchiscono in tutti gli ambienti sociali.

La fragilità umana in taluni momenti può far perdere la ragione e non permette di gestire frustrazioni e disagi in modo corretto, per cui la rabbia sfocia in atteggiamenti di violenza nei confronti dei più deboli.

Ruolo fondamentale, quindi, giocano le istituzioni tutte ,che unite devono svolgere un’azione di tutela, di informazione ,di divulgazione e di cultura del rispetto della donna,

vista come una figura da ammirare, da stimare e da rispettare.

In quest’ottica, desidero esprimere un plauso alla dott.ssa Mimma Lo Mazzo, consigliere di parità della provincia di Avellino, che da anni s’impegna con grande intelligenza e passione civile a favore dei diritti delle donne.

E non posso non ringraziare il Sindaco Carullo e l’amministrazione comunale sempre sensibile nelle battaglie a favore di chi soffre di chi è in difficoltà.

Lucia Sbrescia
Consigliere comunale della Città di Mercogliano

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento