alpadesa
  
sabato 16 novembre 2019
Flash news:   Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Denunciato titolare di un’impresa edile di Mercogliano ritenuto responsabile di Gestione illecita di rifiuti provenienti da demolizioni e costruzioni Domani 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino Si è sciolto il Direttivo della Curva Sud Avellino Al via la vendita dei biglietti per Avellino-Potenza

Chiusura Bricocenter, la protesta degli ex dipendenti per il mancato ricollocamento in altri punti vendita campane

Pubblicato in data: 3/8/2014 alle ore:07:36 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

brico Con il presente comunicato intendiamo smentire quanto asserito dalla Bricocenter s.r.l. in merito alle ricollocazioni e trasferimenti previsti per i dipendenti del punto vendita sito in via Nazionale Torrette in Mercogliano.
L’azienda nel mese di Aprile, ha comunicato mezzo stampa regionale, che per i suoi dipendenti avrebbe attuato politiche di ricollocazione presso i punti vendita siti in Campania o trasferimenti presso altri punti vendita facendo capo all’insegna Bricoman e Leroy Merlin di Afragola1, Afragola2,Giugliano, nonché per la nuova apertura di Torre Annunziata, quest’ ultime società appartenenti al gruppo Adeò di cui fa parte la stessa Bricocenter.
Ad oggi su 21 dipendenti risultano ricollocati due dipendenti di cui uno presso il punto vendita Bricocenter di Salerno dichiarato in un primo momento saturo per poi inspiegabilmente bisognoso di una sola e determinata persona, l’ altro,ossia il direttore del punto vendita di Mercogliano, ricollocato presso Bricoman di Sassari. Ecco invece come si sono svolti i fatti!

brico centerIn prima battuta a noi dipendenti è stato proposto di fare il colloquio per la nuova apertura di Leroy Merlin Torre Annunziata.
I risultati di tali colloqui sono stati più che sconcertanti, visto che su 16 persone esaminate nessuna è risultata idonea per lavorarecon Leroy Merlin, i quali hanno motivato tale esito ad una carenza nella conoscenza prodotto e per la distanza che divide Avellino e Torre Annunziata. Successivamente abbiamo saputo,ufficiosamente, che le sigle sindacali presenti massicciamente nei punti vendita di Leroy Merlin in Campania, hanno minacciato diversi giorni di chiusura qualora ci fosse stata l’apertura da parte dell’azienda per eventuali assunzioni provenienti da Bricocenter Mercogliano. Tali dinamiche non hanno sortito lo stesso effetto per le assunzioni dei colleghi provenienti da Bricocenter di Marcianise i quali sono stati in parte assorbiti da Leroy Merlin. Successivamente è stato proposto di tenere il colloquio con Mondo Convenienza, società subentrata a Bricocenter Marcianise presso il centro Campania,con nulla di fatto anche in questo caso. Lo step successivo è stato quello di tenere colloqui con Bricoman s.r.l. dove pur essendo emersi profili a loro interessanti si è evidenziato in queste persone la propria situazione familiare, ossia la presenza di bambini e di moglie a carico. Tale situazione per Bricoman s.r.l. avrebbe limitato quella che è la disponibilità allo spostamento sul territorio nazionale. Tali notizie sono state ufficiosamente comunicate dalle risorse umane Bricocenter a noi dipendenti che avevamo tenuto i colloqui, suscitando in noi un doppio senso di sconforto, non solo per la perdita del posto di lavoro ma per non aver mai immaginato che il costruirsi una famiglia si sarebbe ritorto contro o comunque sarebbe diventato un problema per future assunzioni. Precisiamo che la squadra Bricocenter di Mercogliano nella sua interezza è stata sempre tenuta in alta considerazione dall’azienda per le capacità e per la dedizione al lavoro.

Per questo motivo ancora oggi stentiamo a credere che nonostante avessimo tenuto più di un colloquio in nessun caso si è materializzato un ricollocamento,pertanto non crediamo più nella buona fede di Bricocenter.

Tuttavia noi dipendenti abbiamo sempre avuto il sentore , poi confermato dall’evolversi della situazione, che tutte le promesse e quindi i colloqui tenuti servivano all’azienda solo per tenerci buoni e portarci alla data del 13 Giugno chiusura definitiva dell’attività senza nulla di fatto per il nostro futuro lavorativo.

A questo punto non ci resta che pensare che Bricocenter s.r.l. abbia sfruttato i finanziamenti statali per i primi 5 anni (apertura 04/2009 – chiusura 06/2014) per poi abbandonare il territorio Irpino e i propri dipendenti, nonostante la stessa si fa promotrice dei valori che hanno suscitato e coltivato in noi la passione per il mestiere svolto quotidianamente.

Ex dipendenti Bricocenter di Mercogliano

 

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 2,33 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una Risposta »

  1. il “commercio” è una kosa seria:- > non può stare in mano a degli incompetenti tanto più se si parla di un grande negozio del “bricolage” dove la serietà è la prima cosa che contraddistingue l’imprenditore:- > qui non ci piove: – > c’è stato l’imbroglio:- “ragazzi datevi da fare per far valere le nostre buone -ragioni- ” viva l’italia, l’italia agli italiani”: – > un “ciao” alle commesse che sono tanto così gentili e comprensive: – >

Lascia un tuo commento