Flash news:   Al Santuario di Montevergine domani presentazione del libro di Franco Gabrielli “Camminare tra i libri” domenica al Palazzo Abbaziale di Loreto Il Parco del Partenio senza barriere, si presenta la nuova K-Bike Partiti i lavori di rifacimento del manto stradale di via Nazionale a Torrette Domenica torna la Camminata Rosa da Mercogliano ad Avellino. Foto A Mercogliano “Storie Sonore” storytelling culturale dal 1 e 15 ottobre Elezioni Politiche 2022, l’Irpinia premia il centrodestra: Gianfranco Rotondi alla Camera e Giulia Cosenza al Senato Torna in vigore l’ordinanza per gli abbruciamenti dei residui vegetali a Mercogliano Elezioni Politiche 2022, Oggi silenzio elettorale. Domani si vota: seggi aperti dalle 7 alle 23 Elezioni Politiche 2022, Gianfranco Rotondi chiude la campagna elettorale a Mercogliano. Foto

“Musica in Abbazia” a partire da sabato 9 luglio nel ristrutturato Palazzo del Loreto

Pubblicato in data: 5/7/2022 alle ore:16:17 • Categoria: CulturaStampa Articolo

Arte, cultura, pittura, musica sinfonica coloreranno le sere d’estate in Irpinia nello scenario del Palazzo Abbaziale del Loreto con l’iniziativa “Musica in Abbazia”. L’evento, realizzato in cooperazione con il Conservatorio di Musica “Domenico Cimarosa” di Avellino, si svolgerà a partire da sabato 9 luglio e fino al 15, giornata di chiusura con il concerto della Banda musicale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Tutti gli appuntamenti musicali si terranno all’interno del suggestivo chiostro settecentesco dell’abbazia.
La riapertura del Palazzo Abbaziale di Loreto è stata resa possibile al termine di imponenti lavori strutturali eseguiti grazie al bonus facciate dello Stato, al contributo 8×1000 della Chiesa Cattolica per il recupero dei Beni Culturali e per l’Edilizia di Culto, ai fondi MiIBACT per la parte inerente la Biblioteca e ad alcuni sponsor privati. Sono occorsi due anni e mezzo di lavori durante i quali sono stati restituiti a nuova luce le facciate esterne e del chiostro, sono stati ristrutturati i tetti e sostituiti gli infissi. Un intervento radicale ha inoltre interessato il rifacimento dell’impianto elettrico, di illuminazione e di videosorveglianza, sia nel monastero che nelle sale di interesse storico ed artistico, tra le quali la Farmacia, l’Archivio, il Salone del Capitolo ed il Refettorio.
L’ opera di riqualificazione ha interessato, infine, anche il vestibolo d’ingresso, tornato agli antichi splendori dopo l’accurato restauro degli ultimi mesi.
I lavori di restauro del Palazzo Abbaziale e la ripresa delle iniziative concertistiche ed artistiche sono il frutto dell’importante impegno profuso dal P. Riccardo Luca Guariglia, Abate Ordinario di Montevergine e della comunità benedettina che hanno inteso restituire all’Irpinia la fruizione di uno dei suoi monumenti più insigni.

Il programma dei concerti:

– il 9 luglio alle ore 20.00 presentazione del restauro del Palazzo Abbaziale di Loreto e concerto “Ensemble di strumenti antichi del Cimarosa”, coro del Conservatorio di musica Domenico Cimarosa di Avellino (ingresso riservato);

– l’11 luglio alle ore 20.30 concerto del Gudd Quartet;

– il 13 luglio ore 20.30. “Il Jazz incontra il Brasile” a cura del Conservatorio di musica Domenico Cimarosa di Avellino;

– il 14 luglio ore 20.30 “Ensemble di strumenti antichi del Cimarosa” a cura del Conservatorio di musica Domenico Cimarosa di Avellino;

– il 15 luglio ore 20.30 concerto della Banda musicale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Un’ora prima delle giornate dedicate ai concerti sarà possibile visitare due mostre d’arte organizzate dal Direttore Artistico Annibale Discepolo. La prima, dal titolo “Restituzioni” curata dal prof. Vincenzo De Luca, è una raccolta di opere pittoriche tra le quali il “San Michele Arcangelo” di Marco Pino da Siena, il “Martirio di Sant’Orsola” di Filippo Vitale in collaborazione con Pacecco De Rosa e il “San Sebastiano e le pie donne” di Luca Giordano. Le opere d’arte appartengono alla Fondazione De Chiara De Maio. La seconda, intitolata “Terra crepata e dintorni”, è allestita nello spazio antistante l’antica farmacia. Si tratta dell’ultimo atto di un percorso che dura da oltre 15 anni che vede il Maestro Gaetano Branca impegnato nella ricerca che diventa creazione ed emozione, in un laboratorio, la natura incontaminata del territorio di Carife.

Nota: si precisa che il giorno 9 luglio l’ingresso è riservato mentre per tutti gli altri appuntamenti l’ingresso è gratuito ed è consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili per un massimo di 199.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento