venerd� 12 aprile 2024
Flash news:   Il sindaco elogia i cittadini ambientalisti Al via la prevendita del big match Avellino-Benevento La Scandone espugna Barcellona Pozzo di Gotto I bambini autistici protagonisti a Mercogliano: ripulita la villa comunale. Foto Tragedia a Torelli di Mercogliano, 54enne si toglie la vita con un’arma da fuoco Turris–Avellino: da oggi il via alla prevendita “Una staffetta per il pianeta”, gli alunni riflettono sulle parole di Papa Francesco. Foto Salta il Consiglio comunale sui seggi, il sindaco D’Alessio: “Abbiamo già la soluzione” La Scandone sconfitta in casa contro Milazzo Salta il Consiglio comunale sui seggi, il gruppo di minoranza “Mercogliano Futura”: «Mandate a casa D’Alessio»

“Oltre il visibile” nuovo percorso dedicato ai visitatori non vedenti o ipovedenti realizzato all’interno del MAM – Museo Abbaziale di Montevergine

Pubblicato in data: 13/10/2022 alle ore:15:35 • Categoria: CulturaStampa Articolo

Il progetto, che sarà presentato sabato 15 ottobre 2022 alle ore 10.30 presso il museo nel Santuario di Montevergine, è stato promosso dalla Abbazia Territoriale di Montevergine, curato da Mediateur con la collaborazione della sezione irpina dell’UICI – Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti e co-finanziato dalla Regione Campania, UO 5012 Musei e biblioteche.

L’intervento presta un’attenzione specifica ai bisogni di apprendimento delle persone con disabilità visiva. I visitatori affetti da cecità o da patologie riduttive della vista potranno avvicinarsi allo splendido patrimonio del museo attraverso un’esperienza polisensoriale incentrata su soluzioni e supporti tattili e uditivi. Sarà possibile consultare una speciale guida in braille, esplorare pannelli in rilievo, toccare alcune opere, ascoltare audio racconti emozionali e leggere targhe in nero braille.

«Oltre il visibile nasce per favorire il superamento delle barriere sensoriali, promuovendo nuovi servizi rivolti all’inclusione e alla partecipazione di ogni tipo di pubblico» come afferma l’Abate Ordinario Riccardo Luca Guariglia. “Per il MAM di Montevergine è un importante passo verso un museo a misura di tutti, vicino ai suoi visitatori e in linea con gli standard di accessibilità dei musei moderni”.

«Per la riuscita dell’intervento è stata fondamentale la collaborazione con la sezione avellinese dell’Unione Italiana Ciechi» ricorda Edvige Bruno, responsabile del progetto per Mediateur «in particolare con Maria Teresa Fattoruso, Emilio Altieri e il giovanissimo Pascal Tammaro. In tal senso possiamo affermare che quello di Montevergine è un progetto di accessibilità realizzato “da” e “per” i visitatori non vedenti e questo ne aumenta ulteriormente il valore».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento