Flash news:   Covid 19, in Irpinia 555 persone contagiate: sono 29 i residenti nel comune di Mercogliano Covid 19, in Irpinia 633 persone contagiate: 18 i residenti nel comune di Mercogliano Indagini ambientali a Mercogliano, protocollo d’intesa con l’Università degli Studi di Napoli Federico II Covid 19, in Irpinia 640 persone contagiate: 22 sono residenti nel comune di Mercogliano Covid 19, in Irpinia 797 contagiati: 35 residenti nel comune di Mercogliano Fino a sabato lo screening gratuito per gli alunni ed il personale scolastico promosso dall’Amministrazione comunale di Mercogliano Prova a vendere su internet un robot da cucina ma viene truffata: tre persone denunciate dai Carabinieri di Mercogliano Covid 19, in Irpinia 341 contagi: a Mercogliano 11 nuovi positivi Covid 19, in Irpinia 483 nuovi contagi: a Mercogliano 11 positivi Tre detenuti nella notte sono evasi dalla Casa Circondariale di Avellino: uno già preso in corso le ricerche degli altri due

XIX Trofeo D’Amore, conclusa la due giorni irpina dedicata alle auto storiche e moderne

Pubblicato in data: 28/8/2011 alle ore:19:24 • Categoria: Sport, auto d'epocaStampa Articolo

xix trofeo d'amoreSi è concluso domenica pomeriggio il XIX Trofeo Rolando D’Amore, la manifestazione di regolarità classica per auto storiche e moderne che ha animato l’Irpinia per tutto il weekend. L’evento, organizzato dalla Scuderia Green Racing Club di Avellino del presidente Eugenio Avitabile, ha riscosso anche quest’anno un grande successodi pubblico e partecipazione. Nella splendida location dell’Hotel Belsito di Manocalzati si è svoltala cerimonia di premiazione della manifestazione con la consegna dei trofei aivincitori della due giorni irpina. Presenti numerose autorità civili epolitiche, tra cui il Presidente della Provincia di Avellino, Cosimo Sibilia, il sindaco di Avellino Giuseppe Galasso, padre Andrea Cardin,il cavalier Fumante dell’ordine diMalta, il dottor Iorio, il vicepresidente Automobile Club xix trofeo d'amoreAvellino, il consigliere Silvestri, del cda Automobile Club Avellino, il dottor Luciano, Revisore dei Conti cda Automobile Club Avellino, l’avvocato Sonia Gaudiosi, l’avvocato Giovanni Iorio, l’avvocato Loredana De Risi, l’avvocato Cristina Mancini, dottor Sirignano, l’architetto Gargano e il dottor Papa. Soddisfazione per ilpresidente del Green Racing Club di Avellino, Eugenio Avitabile: «Anche quest’anno abbiamo avuto tantissimeiscrizioni, a testimonianza dell’ottimo lavoro svolto in questi diciannove annidedicati alle quattroruote. Sono molto contento e mi auguro che neiprossimi anni si possano ottenere risultati sempre così soddisfacenti». Anche il Presidente della Provincia, Cosimo Sibilia ha sottolineato la buonariuscita dell’evento: «Sono estremamente xix trofeo d'amorefelice di essere di nuovo, un appuntamento che si rinnova ogni anno e che valorizza ilterritorio irpino e che può contare su oltre milleottocento chilometri distrade della nostra splendida provincia». «Nella passione delle auto storiche c’è un legame profondo con le nostreradici – ha proseguito il sindaco di Tufo Fabio Grassi -. Non si possonoapprezzare i territori se non si conoscono le storie e le tradizioni, ecco perchého deciso di premiare con i prodotti locali». Infine, prima delle premiazioni e della consegna dei trofei e delle coppe, il saluto della signora Rosetta, figlia di Rolando D’Amore:«Mio padre, da appassionato sportivo, sarebbestato orgoglioso di questa manifestazione che ormai è diventata tradizione. Ringrazio i membri del Green Racing Club etutti coloro che hanno contribuito alla splendida riuscita di questi due giorni».
xix trofeo d'amore

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento