alpadesa
  
Flash news:   A Capocastello intitolata la piazza del borgo alla Zeza di Mercogliano. Foto Coronavirus, sospese le gare di basket del prossimo turno Capuano: “domani contro la Paganese vincere per salvarci” Calcio, Mercogliano piega il Casamarciano Coronavirus, summit in Prefettura: tamponi anche all’ospedale “Moscati”. Spena: “niente improvvisazioni” Panchine cancerogene nella villa comunale di Torelli di Mercogliano: saranno rimosse Zeza di Mercogliano, domani la cerimonia di intitolazione della Piazza a Capocastello Forza Italia, nominato il nuovo commissario provinciale di Avellino: Fulvio Martusciello subentra a Cosimo Sibilia Coronavirus, i Carabinieri denunciano due persone del capoluogo Irpino per false segnalazioni su Facebook e procurato allarme L’irpino Vincenzo Garofalo al suo esordio regala tre punti ai Lupi

Il Pd/Pdl risponde a Evangelista: “Ecco i numeri reali, noi cerchiamo dialogo ma nessuno ci ascolta. Aspettiamo delucidazioni sul contenzioso al Tar Lazio”

Pubblicato in data: 25/11/2013 alle ore:12:40 • Categoria: Politica, Pd, PdlStampa Articolo

pd pdl mercogliano 2Prendendo spunto dal concetto espresso dall’assessore Evangelista circa la “democraticità” dei numeri non riusciamo a comprendere l’attinenza con quello che egli stesso sostiene. Difatti ai numeri può essere dato un unico attributo che è quello della certezza. Per evitare dunque di fornire nostre interpretazioni che potrebbero apparire poco “democratiche” rappresentiamo la situazione delle aliquote IMU nell’area vasta di Avellino al fine di consentire la visione “certa” del dato numerico ai nostri concittadini.

tabella

Rispetto ad aliquote cosi elevate appare quantomeno capzioso che l’assessore alle Finanze della giunta Carullo, ritenga di aver ottenuto un risultato lusinghiero per non averle ulteriormente incrementate. Citazioni a parte di “illustri” direttori, crediamo che il solo scopo di quanto affermato sia solo quello di “girare la frittata”. Resta nonostante queste funamboliche dichiarazioni la certezza dei dati sopra esposti. Circa l’invito dell’assessore a discutere in Consiglio Comunale di argomentazioni di cui bisognerebbe evitare di parlare sulla stampa, ribadiamo ai nostri concittadini che poi in sostanza i fatti sono altri. I dibattiti nell’ambito dei consigli comunali sono di fatto limitati dalle innumerevoli macchinazioni e sotterfugi ideati al fine di mantenere invariata la volontà di pochi della maggioranza Carullo. Difatti come Gruppi Consiliari limitati dalla nostra funzione di controllori dell’operato di questa incongruente Maggioranza ci sforziamo in ogni modo di suggerire programmi alternativi, diverse modalità d’intervento nella politica finanziaria e nei meccanismi di sviluppo del nostro Comune. Non ultimo il consiglio comunale richiesto in relazione allo sviluppo del turismo sul territorio convocato poi dal Sindaco appena 41 giorni dopo con altri innumerevoli punti all’ordine del giorno. Resta dunque una sola indiscutibile verità: tutto ciò che questa Giunta attua è motivato esclusivamente da pure finalità elettorali perseguite ad ogni costo e che si rivelano dannose per la collettività mercoglianese. Resta comunque ancora inevasa la richiesta di chiarimenti in relazione ai trasferimenti erariali. Concordiamo che 282.000 euro siano veramente pochi ma chiediamo ancora una volta risposte sul contenzioso avviato al TAR Lazio. A questo punto è d’obbligo per l’assessore Evangelista chiarire quali siano le motivazioni a base del contenzioso che a questo punto sembra di capire abbiano cagionato questa penalizzante decurtazione. Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento