alpadesa
  
Flash news:   I lupi cadono a Sassari Valle del Sabato, presentato dalle associazioni il dossier sull’inquinamento: “dati preoccupanti” Festa nel pub di Solofra con Fabrizio Corona: blitz di Carabinieri e Finanza Sorpreso a cedere hashish a un minorenne: studente ventenne di Mercogliano arrestato dai Carabinieri Sibilia in visita alla Lega B: incontro con Balata Vucinic: “amareggiati e dispiaciuti ma fare tesoro degli aspetti positivi” Final Eight: la Sidigas Scandone si ferma ai quarti Grande partecipazione all’accensione dei falò in onore dei Santi Patroni Modestino, Fiorentino e Flaviano. FOTO Traforo del Partenio che colleghi Mandamento con la Valle Caudina: lunedì in Regione la firma del protocollo d’intesa A Lumanera, stasera la tradizione rivive a Capocastello

Memorial Pasquale Pormile, vince la Asd Primavera. FOTO

Pubblicato in data: 4/1/2018 alle ore:11:27 • Categoria: Sport, VolleyStampa Articolo

La Asd Primavera si aggiudica il primo Memorial Pasquale Pormile, il mister dall’animo buono e dolce scomparso a fine agosto scorso, all’età di 48 anni, dopo aver lottato tenacemente per mesi, come faceva sul campo di pallavolo, contro una malattia che non gli ha dato scampo.
Oltre alla Asd Primavera, che ha vinto la finale giocatasi giorni fa contro la Multiservice Avellino Volley, hanno preso parte l’Avellino Volley 2015, ultima squadra allenata da Pasquale, e infine la Wessica Pallavolo Avellino.
E’ stata scritta una bella storia di sport nella città di Avellino – commenta così Fausto Sacco, organizzatore dell’evento -, il memorial un ricordo indelebile di una persona speciale che per le idee è ancora tra di noi“.
Presenti i familiari con la moglie Cira e i piccoli figli Antonio e Lorenzo e la sorella Marica.
Alla premiazione il presidente della Fipav Irpinia-Sannio, Felice Vecchione, il viceprovveditore Geppino Giacobbe, il sindaco di Mercogliano Massimiliano Carullo con il delegato allo Sport Carmine Dello Russo.
Mister Pormile amava la pallavolo e il giornalismo. Le sue due grandi passioni che univa alla professione di insegnante di valore presso il Convitto Nazionale Pietro Colletta di Avellino.
Aveva allenato tante squadre di pallavolo, dalla Gsm Olimpica all’Avellino volley al Rota volley. Anche ad Atripalda aveva guidato con grande abnegazione la squadra femminile.
Quell’amore per la pallavolo che gli era stato tramandato sin da piccolo, a lui e alla sorella Marica, dal papà Antonio per anni presidente della federazione italiana di pallavolo provinciale e regionale. Alla pallavolo univa poi la passione per il giornalismo, avendo collaborato negli anni a diverse testate giornalistiche locali.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento